close
AttualitàFocus

DIESEL SCEGLIE LA TECNOLOGIA RFID DI CHECKPOINT PER LA SUA IN-STORE CUSTOMER EXPERIENCE

blue jeans

Brand sinonimo di avanguardia, Diesel è molto attenta alle innovazioni che creano un’esperienza di acquisto originale, unica e altamente personalizzata. Per la realizzazione dei camerini intelligenti e dei tavoli interattivi nel suo flagship store in Piazza San Babila in Milano, l’azienda ha coinvolto aziende leader nell’implementazione di progetti all’avanguardia; a Checkpoint ha affidato lo studio, la selezione e la fornitura delle migliori componenti RFID, oltre alla definizione dei processi necessari alla loro gestione.

Identificare il tag più performante, la sua applicazione sul prodotto, l’integrazione della tecnologia nei processi logistici esistenti utilizzando lo standard GS1, sono solo alcune delle fasi che Checkpoint Systems ha definito in collaborazione con HFarm, forte della decennale esperienza in complessi progetti che prevedono l’interazione tra cliente e tecnologia RFID per abilitare la Customer Experience.

Tra le opzioni a disposizione nel portfolio prodotti RFID di Checkpoint, per il progetto Diesel è stato scelto il tag “WindLight”, appositamente studiato per offrire le migliori performance nel settore dell’abbigliamento. L’applicazione del tag RFID WindLight avviene direttamente nel CeDi, attraverso una linea dedicata di codifica ed etichettatura.

I reader e le antenne sono integrate e nascoste nel camerino intelligente: al cliente basterà semplicemente entrare e la tecnologia RFID attiverà tutto il resto, regalando al cliente un’esperienza unica e totalmente personalizzata. Il tavolo interattivo nasconde le stesse componenti RFID identificando il capo o l’accessorio appoggiato sul tavolo e fornendo contenuti utili all’esperienza di acquisto: descrizione del capo, taglia e colore, possibili combinazioni con capi ed accessori correlati.

Il progetto è oggi nelle sue fasi inziali, ma gli sbocchi futuri che la tecnologia RFID di Checkpoint può abilitare possono essere molteplici e coinvolgere più fasi operative, dalla customer experience digitale in store all’omnichannel fino alla tracciabilità dei capi.

Tags : CheckpointDieselevidenzaHFarmin-store customer experienceRFID