close
AttualitàFocus

IDEALO: PIÙ ITALIANI SULLA NEVE CERCANO ONLINE I PREZZI MIGLIORI

Le vacanze di Natale sono ormai alle porte e, secondo una recente indagine di Confesercenti SWG, gli italiani si stanno preparando alla pausa invernale: le stime parlano di 16,6 milioni di concittadini che si concederanno un viaggio nel periodo delle prossime festività, circa 3,3 milioni in più dello scorso anno. Secondo il sondaggio, il 29% degli intervistati preferirà trascorrere le vacanze in montagna (+6% rispetto al 2016), una scelta classica per le vacanze invernali, soprattutto per gli appassionati degli sport sulla neve.
idealo – il portale internazionale per la comparazione prezzi online – grazie ai dati disponibili per l’Italia, ha analizzato le tendenze e le abitudini degli amanti della montagna che si apprestano a partire e che si muovono online per valutare prodotti e fare acquisti. Visto che la spesa per un viaggio sulla neve può essere di una certa entità, il portale fornisce anche consigli ai consumatori su come e quando è possibile risparmiare quando si tratta di cercare nuove attrezzature o nuovi accessori da qui alla fine della stagione invernale. Secondo il portale, infatti, alla fine di dicembre 2017 si registrerà un aumento di interesse verso tutto ciò che riguarda i “must have“ per una vacanza in alta quota pari al 164,4% in più rispetto allo scorso anno.

Dai dati analizzati emerge anche un’indicazione sulle attività preferite da fare sulla neve: lo sport che appassiona di più è il classico sci (per il 29% delle intenzioni di acquisto manifestate online); lo snowboard attrae una nicchia più piccola di appassionati (2,5% delle intenzioni di acquisto), per lo più giovani; pochi dati emergono, invece, per quanto concerne lo sci di fondo o altre attività, come il pattinaggio ad esempio (per l’1,5% delle intenzioni di acquisto). Le tendenze generali riguardano poi tre aree tematiche ben precise: ricerca delle attrezzature per le migliori performance, focus sull’abbigliamento o interesse alla sicurezza sulla neve.

Gli amanti della montagna che si muovono online si concentrano in particolar modo sulle attrezzature e sulle relative possibilità di risparmio. Se per il 21,1% degli internauti è importante valutare l’abbigliamento e per il 15,4% quello che serve per la sicurezza e il comfort (come caschi, protezioni o maschere), il 63,5% raccoglie informazioni, valuta i prezzi e va alla ricerca delle caratteristiche di tutte le attrezzature disponibili (tra sci, tavole da snowboard, attacchi, scarponi e molto altro). Così come per i consumatori digitali in genere, il focus per gli amanti della montagna è quindi su quei prodotti che possono comportare una spesa di una certa entità: le possibilità di scelta e di risparmio quando ci si muove online possono essere significative rispetto allo stesso acquisto in un negozio fisico.

Ma qual è l’identikit dell’utente amante della neve? La risposta arriva da Google Analytics: uomo (per il 78,1%, rispetto al 21,9% delle donne) con un’età media compresa tra i 35 e i 54 anni (per il 66% dei casi); meno interessati, per possibilità di spesa o per attitudine, gli utenti sotto i 24 anni (con il 20,2% sul totale degli uomini interessati) e quelli sopra i 54 (con il 13,9%). Rispetto ai dati generali diffusi sul settore e-commerce (che vedono la fascia di età dei 35-44 anni più coinvolta), per quanto riguarda la passione per la montagna questo dato vede in vantaggio gli utenti un po’ più grandi: dai 45 ai 54 anni, con la percentuale maggiore rispetto alle altre, il 33,9%; mentre le donne più coinvolte dagli sport ad alta quota vanno dai 35 ai 44 anni (per il 45,8%, quasi la metà del totale delle donne interessate).

Gli abitanti di alcune regioni mostrano maggior interesse di altri alle attività da fare sulla neve e alle relative attrezzature: si tratta di quelle concentrate al nord e di quelle che, in genere, offrono miglior accessibilità, o maggior vicinanza, alle località sciistiche. Nella classifica troviamo il podio diviso fra Trentino-Alto Adige (con il 17,5% delle preferenze ponderate), Lombardia (all’11,5%) e Piemonte (con il 9,1%). Seguono poi gli abitanti del Lazio (per l’8,8%), del Veneto (all’8,4%) e, a sorpresa, della Liguria (con il 7,4%). Tra le prime posizioni anche diverse regioni dell’Italia centrale, come l’Abruzzo (7,1%), l’Emilia Romagna (6,6%) e la Toscana, a pari merito con le Marche (entrambe al 6,2%).

Uno dei temi che più interessa i consumatori digitali che si apprestano a trascorrere le loro vacanze sulla neve è quello riguardante i prezzi; la spesa può essere importante, non solo per il viaggio e il soggiorno ad alta quota, ma anche per tutta l’attrezzatura necessaria.

Il costo medio per un kit completo è piuttosto alto ma online è possibile comunque trovare dei momenti da qui a fine stagione, durante i quali si può risparmiare, in particolar modo su alcune categorie, secondo quanto registrato lo scorso anno relativamente all’andamento dei prezzi. Escludendo la possibilità di fare acquisti di questo tipo nei giorni che precedono il Natale, tra la fine di Dicembre e l’inizio di Gennaio è possibile notare un generico calo dei prezzi, ad esempio, per alcuni modelli di sci e per i caschi. Rispetto al prezzo dello scorso anno è possibile ottenere un ipotetico risparmio massimo compreso tra il 19,9 e il 24,2%.

La prima settimana di gennaio potrebbe essere la migliore per l’acquisto online dei guanti (risparmio massimo possibile, in media, intorno al 24%). Sarebbe opportuno attendere invece la seconda metà di gennaio se si è alla ricerca di scarponi da snowboard, di sci da fondo o attacchi (possibile risparmio tra il 4,5 e il 16,5%). Conviene attendere la fine di gennaio o la prima metà di febbraio 2018 per altre categorie, come ad esempio giacche, maschere e tavole da snowboard, più economiche, rispetto al prezzo registrato a dicembre 2016, indicativamente tra il 5,5 e il 22% circa.

Tags : evidenzaidealoscisnowboardsport invernali