close
FocusLogistica

BLACK FRIDAY: I CINQUE CONSIGLI DI MILKMAN PER GESTIRE L’ACQUISTO FINO ALLA PORTA DI CASA

Processed with VSCO with l9 preset

In Italia siamo stati a pieno titolo contagiati dal Black Friday: sia sui siti di eCommerce che aderiscono a questa iniziativa, sia nei negozi, dove si riescono a trovare sconti anche importanti. Ma è lo shopping online che, con offerte a tempo limitato, arriva ad avere prodotti scontati fino al 70%: quanti consumatori acquistano d’impulso? Quante consegne devono ricevere? Come gestiscono questo stress in un periodo già intenso e quasi pre-natalizio?

Milkman, che conosce bene le abitudini degli online shopper e consegna con successo nel 98% dei casi, ha analizzato le problematiche in cui si incorre al momento della consegna. I milanesi, ad esempio, hanno problemi a ricevere il proprio pacco perché: nel 62% dei casi sono assenti, nell’8,25% la portineria è chiusa, nel 12,8% viene rifiutato o manca il nome sul citofono e nel 16,95% dei casi hanno indirizzi errati forniti dai merchant o dai consumatori stessi.

5 consigli da seguire per agevolare una consegna ottimale

Consiglio 1 – Pianificate la vostra consegna
Non è detto che il prodotto acquistato con lo sconto durante il Black Friday serva subito. Magari il consumatore preferisce scegliere quando ricevere il proprio acquisto piuttosto che usare per forza il servizio Prime perché tanto è gratis. A Milkman il consumatore fa capire di venire “il meno possibile”. Se, infatti, si offre l’opzione Same Day, ben il 15% degli shopper non conferma di volere subito la merce, ma programma la consegna.
E anche in questo caso i numeri dimostrano che l’ampia disponibilità di scelta – l’utente Milkman può programmare la consegna fino alla mezz’ora – fa sì che solo il 5,83% richieda la consegna serale (cioè la fascia oraria tra le 19 e le 23). Il 14,9%(1) chiede di ricevere dal tardo pomeriggio alla tarda sera (dalle 17 alle 23) e il 15,8% sceglie fasce mattutine che escludano il resto della giornata (dalle 7 alle 12).

Consiglio 2 – Affidatevi a un corriere che vi offra pluralità di scelta
Durante questi eventi di sconto vengono fatti milioni di ordini e può capitare che le spedizioni subiscano ritardi. La comodità può essere scegliere una fascia oraria e avere la possibilità di essere avvisato tempestivamente dell’arrivo del corriere che restringe il periodo di attesa, proprio come Uber.
Il 75% degli utenti che stanno aspettando un pacco da Milkman decidono di riceverlo in un momento qualsiasi della giornata (fascia di 8 o più ore) e il 25% sceglie una finestra di consegna (fascia di 7 o meno ore). Questo perché sanno di essere avvisati tramite un SMS quando la consegna è imminente e che, indifferentemente dall’opzione scelta, la previsione di attesa si restringerà comunque in tempo reale, fino a indicargli, con ampio anticipo, i 30 minuti all’interno dei quali il corriere può bussare. Nel 97% dei casi gli autisti risultano in orario sull’orario previsto di consegna e nel 3% rimanente in cui hanno un imprevisto, il ritardo è comunque circoscritto entro i 15 minuti.

Consiglio 3 – Date un valore concreto al costo della spedizione
La varietà di opzioni che vengono offerte al consumatore si riflettono sulla varietà di scelte che il consumatore effettivamente fa. Non ha senso pagare alti costi di spedizione se la merce non serve subito. Diverso è attribuire un valore al costo da sostenere se avete una reale urgenza di ricevere il pacco o se è importante che lo riceviate in un momento particolare della giornata. La spedizione non è una mera commodity, ma un elemento fondamentale dell’acquisto. Dategli il giusto valore, considerando le vostre reali esigenze. Il futuro delle consegne a domicilio è la maggior offerta di servizi…

Consiglio 4 – Prestate attenzione ai servizi forniti
Più del 60% degli online shopper ammette che preferirebbe sapere a quale corriere viene affidato il proprio pacco e quasi l’80% vuole riconoscere il furgone e la divisa dell’azienda che sta effettuando la sua consegna (2). Ciò denota un’attenzione crescente verso i servizi, che un tempo erano subiti più passivamente e dimostra come i clienti siano maturi per capire il valore dell’ultimo miglio dei propri acquisti.

Consiglio 5 – Siate precisi nel fornire il vostro indirizzo
Molto spesso le consegne non vanno a buon fine per mancanza di dettagli sull’indirizzo o, al contrario, per eccessiva abbondanza di dettagli. Siate precisi, ma non prolissi: ogni informazione superflua allungherà i tempi di consegna del vostro pacco. Gli algoritmi di Milkman correggono con successo la maggior parte degli indirizzi incompleti o errati. Qualora ciò si rivelasse impossibile è cura di Milkman contattare il destinatario con una notifica, chiedendogli di confermare l’indirizzo attraverso una semplice procedura che restituirà un punto valido sulla mappa.

L’esperienza di Milkman è data dall’essere la prima azienda logistica a investire esclusivamente sulla qualità della consegna al consumatore grazie a una tecnologia innovativa e proprietaria, coperta da brevetti internazionali, che consente di proporre alle aziende che hanno deciso di adottare l’eCommerce come canale di vendita una vasta gamma di opzioni, adattando il proprio servizio di consegna alle esigenze dello specifico committente. Tra i suoi clienti risultano già prestigiosi brand come Easy Coop, Eataly, Nespresso, Westwing e Zara.

 

Note

(1) In questo dato sono inclusi anche i clienti del dato precedente
(2) Survey effetuata tramite Google Opinion Rewards su un campione any-sex any-age in Lombardia

Tags : Black Fridayconsegnadeliveryevidenzamilkman