close
AttualitàPiattaforme

TRUSTPILOT: PER GLI E-CONSUMER ITALIANI IL PREZZO È IL FATTORE PIÙ IMPORTANTE MA CERCANO UN BRAND DI FIDUCIA

Trustpilot_mark1

Trustpilot, una delle principali piattaforme di recensioni al mondo con più di 50 milioni di recensioni di circa 245.000 aziende, nel corso di ottobre ha intervistato oltre 1.200 e-consumer italiani attraverso il proprio portale in merito alle loro preferenze di acquisto in vista del periodo natalizio.

Tra ottobre e novembre 2018, Trustpilot ha condotto due sondaggi sul portale Trustpilot.it, in cui a un totale di 2.418 intervistati è stata posta una delle due domande a scelta multipla, le cui opzioni di risposta sono state impostate in ordine casuale: “In vista della prossima stagione delle feste, quali delle seguenti opzioni consideri più importante prima di effettuare un acquisto?” e “In vista della prossima stagione delle feste, su quali delle seguenti opzioni pensi che farai più affidamento prima di effettuare un acquisto?”.

Il sondaggio, in cui i partecipanti hanno potuto selezionare più di una risposta, ha mostrato come il 31% degli intervistati ritenga il prezzo uno dei fattori più importanti quando si tratta di acquisti fatti in vista delle festività. I tempi di spedizione/consegna sono al secondo posto, con il 26% delle preferenze, seguiti dal servizio clienti (20%), dalla disponibilità dei prodotti (13%) e dalle politiche di restituzione flessibili (10%). Relativamente agli strumenti che aiutano gli e-consumer a prendere le proprie decisioni d’acquisto in vista della ‘Holiday Season’, un terzo degli intervistati risponde di fare riferimento alle piattaforme di recensioni (32%), che si posizionano un gradino al di sopra dei comparatori di prezzi (24%). Seguono nell’elenco le raccomandazioni personali da parte di familiari o amici (21%), il che suggerisce come la reputazione online di un’azienda svolga un ruolo importante nelle decisioni di acquisto, e infine i social media (che si attestano al 9%).

“Per molti anni, il prezzo è stato fondamentale per convincere i consumatori ad acquistare. Chiudere un buon affare è ancora importante ovviamente, ma il nostro sondaggio mostra come gli e-consumer italiani siano alla ricerca di brand di fiducia più che del prezzo più basso in quanto desiderano la migliore esperienza possibile e non solo ciò che potrebbe sembrare un affare ma che finisce per rivelarsi una delusione. Le aziende che vogliono avere un vantaggio raccolgono il feedback dei consumatori in modo aperto e trasparente per far crescere la fiducia nel brand”, ha commentato Claudio Ciccarelli, Country Manager di Trustpilot per l’Italia.

Tags : Claudio Ciccarellitrustpilot