close

Logistica

Dal MondoLogistica

IL CONNECTED RETAIL DI ZALANDO RAGGIUNGE I 600 NEGOZI FISICI ASSOCIATI E SI ESPANDE AI PAESI BASSI

Quattro anni fa, Zalando ha iniziato il suo percorso di evoluzione da online retailer a piattaforma in grado di connettere tutti i player dell’industria fashion con l’obiettivo di raggiungere insieme il successo nel digitale. Oggi, l’azienda raggiunge un nuovo traguardo: entro la fine dell’anno oltre 600 negozi fisici saranno connessi alla piattaforma Zalando. Inoltre, all’inizio del 2019 Zalando inizierà il processo di internazionalizzazione di Connected Retail a partire dai Paesi Bassi.

“Il progetto Connected Retail è centrale nella strategia di piattaforma di Zalando”, spiega Carsten Keller, Vice President Direct-to-Consumer di Zalando. “La connessione di 600 negozi è la prova che l’integrazione tra online e offline ha effetti positivi per tutti: clienti, store manager e Zalando. Abbiamo perciò deciso di procedere al roll-out del progetto con altri partner nei prossimi mesi”.

Attraverso Connected Retail i partner possono ricevere gli ordini direttamente dai clienti Zalando e inviare i prodotti dai loro negozi. “In futuro utilizzeremo questo modello per le same-day o next-day delivery, poiché i negozi dei nostri partner sono spesso più vicini ai clienti di quanto lo siano i nostri centri logistici”, aggiunge Keller.

Già oggi è chiaro che il legame tra online e offline sarà sempre maggiore in futuro e stiamo assistendo a un upgrade tecnologico dei negozi tradizionali proprio per questa ragione. Entrambi i modelli otterranno enormi vantaggi da questa combinazione. “Crediamo che il Connected Retail”, conclude Keller, “sia anche un modo per riportare la crescita nelle vie dello shopping tradizionale”.

Leggi tutto
AttualitàLogistica

QAPLA’ E HOMEMANIA INSIEME PER UN MERCATO DA 1,3 MILIARDI, CON UN INCREMENTO DEL 53%

È il settore che cresce di più nel panorama dell’eCommerce italiano, anche se fino a poco tempo fa rappresentava una quota trascurabile del mercato: stiamo parlando dell’Arredamento Home & Living, che – secondo i dati rilasciati dall’Osservatorio eCommerce B2c promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e Consorzio Netcomm – ha fatto registrare un incremento del 53% rispetto all’anno precedente.

Il fatturato è infatti passato da 885 milioni di euro a 1,358 miliardi, mentre la penetrazione nel mercato è cresciuta dall’1,5% al 6,5% in 4 anni. Segno di un trend in costante crescita.

Si tratta di un mercato dove hanno fatto la loro comparsa player tradizionali e dove operano aziende pure digital: anche in questo ambito tutto è indirizzato verso un’esperienza omni-canale, con uno scontrino medio di 180 euro nel 2018 e una predilezione dei consumatori per oggettistica di design, complementi d’arredo e piccoli mobili.

In questo scenario si colloca la nuova partnership tra Qapla’, sistema integrato che permette di gestire le spedizioni dalla stampa dell’etichetta fino alla notifica di consegna, e Homemania, distributore online di prodotti per l’arredamento home & living con più di 26.000 referenze a catalogo.

Il vantaggio di comprare online anche prodotti di un certo ingombro risiede nel risparmio di tempo, nella possibilità di scegliere tra moltissime varianti e nel prezzo migliore. A cui si aggiunge sempre maggiore perizia e cura dei corrieri che gestiscono spedizioni di questo genere.

“Qapla’ è stata assolutamente una sorpresa positiva”, spiega Paola Epiro, CEO di Homemania. “Abbiamo sincronizzato il sistema di Qapla’ con il nostro così da ricevere in maniera automatica tutti gli aggiornamenti. Prima avevamo grosse difficoltà a capire dov’erano le nostre spedizioni e dare quindi informazioni aggiornate ai nostri clienti. Con Qapla’ non solo questo è possibile ma è anche semplicissimo. Questo ha ridotto le comunicazioni con i corrieri, passaggi interni tra i vari dipartimenti e aumentato sicuramente la soddisfazione dei nostri clienti, oltre alla nostra”.

“L’acquirente medio nel settore home living si aspetta di esser seguito in tutti i passi, dall’ordine alla consegna dei prodotti acquistati. Considerando il tipo di articolo acquistato, con uno scontrino medio di 180 €, i clienti si aspettano anche un livello di servizio notevole. Con Qapla’, Homemania è riuscita ad integrare in tempi veloci e con efficacia tutte le informazioni relative alla consegna, che permetteranno anche gli aggiornamenti in tempo reale direttamente via mail ed SMS con il brand dell’eCommerce”, dichiara il CEO e Founder di Qapla’, Roberto Fumarola. “Questo permette di avere un controllo totale sulle comunicazioni agli utenti finali e, avendo la situazione sotto controllo, il customer service può intervenire tempestivamente per risolvere eventuali problematiche sulla consegna”.

Leggi tutto
FocusLogistica

VOLANTINOFACILE E PROMOQUI SI UNISCONO: NASCE IL PRIMO OPERATORE DELL’INFO-COMMERCE

FotoMilo002

Deliberata dalle rispettive Assemblee straordinarie la fusione paritetica per incorporazione di WebFacile Srl, proprietaria di VolantinoFacile, in PromoQui Spa. La fusione delle due società determina la nascita del primo player nell’info-commerce
per le proposte commerciali della distribuzione italiana. Ogni mese 6 milioni di italiani cercano e scoprono le migliori offerte presenti nei negozi in Italia attraverso il motore di ricerca e le App di PromoQui e VolantinoFacile. E in un anno solare l’audience complessiva supera i 30 milioni di utenti unici.

“In Italia ogni anno gli investimenti sostenuti dal Retail per la stampa e la distribuzione dei volantini promozionali superano un miliardo di Euro. PromoQui e VolantinoFacile garantiscono alla distribuzione una visibilità più efficace e geolocalizzata e ai consumatori la possibilità, in pochi clic, di identificare le migliori offerte delle sue insegne preferite, con la possibilità di effettuare anche l’acquisto online dopo avere individuato il prodotto di interesse”, spiega Constantin Wiethaus, founder e AD di PromoQui. “Siamo il primo info-commerce in Italia delle offerte della grande distribuzione e vogliamo continuare ad alimentare il passaggio, anche culturale, del volantino da cartaceo a digitale”.

La società dopo la fusione opererà in otto mercati internazionali, continuando a puntare in Italia sui due brand PromoQui e VolantinoFacile e sfruttando le sinergie garantite da due modelli di sviluppo che si integrano perfettamente: da una parte PromoQui ha investito e sviluppato un motore di ricerca che oggi genera il migliore ranking su Google nelle ricerche di promozioni e offerte e dall’altra VolantinoFacile ha puntato sulla creazione di una rete commerciale capillare che possa rispondere efficacemente alle richieste della GDO e dei Retailer locali.

Dopo la fusione la società avrà due sedi operative, a Milano e Roma, e il centro di sviluppo tecnologico a Napoli, e due AD: Constantin Wiethaus e Milo Zagari, rispettivamente fondatori e AD di PromoQui e VolantinoFacile.

La strategia di crescita della società a seguito della fusione prevede il consolidamento della leadership in Italia, sotto la guida di Milo Zagari, e l’espansione internazionale che farà capo a Constantin Wiethaus, La direzione commerciale Italia sarà affidata a Lorenzo Talenti, già responsabile vendite di VolantinoFacile.

“Fin da subito abbiamo creduto al grande potenziale di questa fusione, viste le elevate sinergie che presenta l’integrazione tra PromoQui, con la sua piattaforma tecnologica avanzatissima, e VolantinoFacile, con la sua rete di vendita capillare”, ha commentato Milo Zagari (nella foto), founder e AD di VolantinoFacile. “Le nostre piattaforme rappresentano un potente mezzo per il “drive to store”, considerando che oggi il 70% degli italiani utilizza il proprio smartphone per informarsi prima di fare un acquisto in negozio e l’85% delle ricerche di offerte su PromoQui e VolantinoFacile avviene da mobile”.

 

Leggi tutto
Dal MondoLogistica

A BERLINO ZALANDO PROVA LA LOADSTER DI CITKAR PER IL SAME DAY DELIVERY

A partire da ottobre, Zalando testa una modalità alternativa alle consegne tradizionali nella città di Berlino, in collaborazione con Citkar, una startup per la mobilità urbana.

La Loadster – un’veicolo elettrico da 500 litri di portata – può utilizzare la pista ciclabile come una bici elettrica e, a una velocità media di 25 chilometri all’ora, è potenzialmente più veloce rispetto ai veicoli convenzionali di consegna su strada. Questa soluzione non solo riduce le emissioni di CO2, ma riduce anche il carico del traffico cittadino a Berlino.

Il fondatore di Citkar, Jonas Kremer, con la Loadster ha voluto creare un’alternativa all’automobile: “Berlino è piena di auto di grandi dimensioni che possono essere utilizzate spesso da una sola persona, inquinando inutilmente l’ambiente”.

Per Zalando la Loadster è un’alternativa non solo al trasporto passeggeri, ma anche nella logistica dei “Same Day Delivery”, ovvero gli ordini che vengono effettuati al mattino e consegnati entro la stessa giornata.

“Citkar è un ottimo partner che sviluppa veicoli tenendo a mente la logistica dell’ultimo miglio”, conclude Jan Bartels, Vice President Customer Fulfillment & Logistics di Zalando, “e noi di Zalando siamo sempre alla ricerca di idee innovative che possiamo testare, perché il concetto di test fa parte del DNA dell’azienda”.

Leggi tutto
LogisticaPagamenti

ECOMMERCE IN ITALIA: IL NODO DELLA LOGISTICA E DEI PAGAMENTI. 8 SU 10 NON CHIUDONO L’ACQUISTO

Per l’85% dei principali merchant italiani la consegna tradizionale a domicilio gestita da terzi (corrieri espresso, operatori postali) è la modalità più utilizzata dai propri web shopper. I consumatori prediligono, inoltre, gli strumenti di pagamento contestuali all’acquisto (carta di credito e PayPal), i quali generano il 96% del transato eCommerce B2c. Relativamente al post-vendita, il 78% degli operatori combina 2 o più strumenti di assistenza al cliente: tra questi, l’email e il telefono rappresentano le modalità più adottate (87% e 86%), seguono chat/chatbot (23%) e social network (11%).

È quanto emerge dalla fotografia scattata dall’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm –  School of Management del Politecnico di Milano, che analizza le due fasi a valle della catena del valore eCommerce, ossia le attività volte a gestire l’evasione dell’ordine e assistere il consumatore durante l’acquisto.

“Nel 2018, l’utilizzo degli strumenti di pagamento contestuali all’ acquisto è la modalità più apprezzata dai consumatori: ben il 96% dell’eCommerce è generato attraverso carta di credito (64%) e PayPal (32%). Resta basso l’impiego di altri mezzi di pagamento, come il bonifico (2%) e il contrassegno (2%)”, spiega Valentina Pontiggia, Direttore dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm – School of Management del Politecnico di Milano. “È confermata, inoltre, la bassa incidenza delle frodi, pari a un valore dello 0,15% del mercato (in linea con quanto registrato nel 2017).  La sicurezza percepita rimane però una delle principali barriere all’acquisto online da parte di molti potenziali clienti”.

Tra le diverse fasi del customer journey, quella di check-out risulta essere quella più critica: su 100 visitatori che inseriscono nel loro carrello almeno un prodotto, ben 88 abbandonano il sito senza finalizzare l’acquisto. Ridurre il tasso di abbandono del carrello, lavorando sull’offerta di strumenti di pagamento per intercettare le preferenze di tutti i potenziali clienti e  semplificando il processo di acquisto, rimane una delle sfide più critiche per i merchant eCommerce.

L’altro punto critico è il processo di consegna a domicilio dell’acquirente. “L’85% dei merchant intervistati dichiara che la consegna tradizionale a domicilio gestita da terzi (corrieri espresso, operatori postali) è la modalità più utilizzata dai propri web shopper. L’8% dei merchant, concentrati soprattutto nell’Alimentare, segnala invece come soluzione più impiegata la consegna a domicilio con mezzi propri, mentre il 7% il ritiro in store”, commenta Riccardo Mangiaracina, Direttore Scientifico dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm. “A fianco della consegna standard, aumenta l’offerta di servizi a valore aggiunto, che arricchisce e migliora il servizio base e rappresenta un fattore competitivo di differenziazione rispetto alla concorrenza. Attraverso questi servizi i merchant vogliono sia ridurre i costi delle mancate consegne (uno dei principali freni all’acquisto online) sia migliorare il livello di servizio e la soddisfazione del cliente, con ritorni importanti sul fatturato.”

Tra i servizi a valore aggiunto offerti dai primi 50 merchant di prodotto in Italia, quelli più semplici, come la consegna in un giorno definito e “al piano”, sono offerti da circa il 40% degli operatori, mentre quelli che puntano alla riduzione delle consegne fallite, come la consegna al sabato, serale o su appuntamento, sono adottati dal 20%. Ancora poco offerti i servizi che puntano sulla velocità, come la consegna same day (15% dei merchant) e la consegna in due ore (6% dei merchant, concentrati nel food delivery). I principali merchant dell’Informatica ed elettronica offrono invece la consegna con installazione.

Infine l’analisi condotta sui primi 100 merchant per fatturato operanti in Italia, ha evidenziato un utilizzo consapevole e maturo di diversi sistemi di assistenza al cliente, sia sincroni (telefono, chat…) sia asincroni (email, post sui social…).

“La strategia dei merchant italiani è combinare l’offerta di più strumenti di assistenza: il 78% ricorre infatti ad almeno 2 canali. L’email e il telefono rappresentano le modalità più adottate (87-86%), seguono chat/chatbot (23%) e social network (11%). Al tempo stesso, cresce anche l’uso di mezzi meno tradizionali come Skype e WhatsApp”, conclude Samuele Fraternali, Ricercatore Senior dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm.  “La scelta del canale di assistenza è influenzata dal comparto merceologico di appartenenza: nei prodotti prevale l’email mentre nei servizi il telefono, più adatto a gestire consulenze più complesse. Adottare adeguati sistemi di assistenza favorisce la capacità di convertire l’interesse in acquisto e di creare una relazione prolungata e ricca di valore con il proprio consumatore”.

Leggi tutto
AttualitàLogisticaMerchant

DA EUREWEB, HIPAY E RAJAPACK I CONSIGLI PER L’ECOMMERCE NATALIZIO

ecommerce

Eureweb, digital media agency specializzata nel web marketing, HiPay, la fintech europea specializzata in soluzioni di pagamentoomnichannel e attiva in 150 Paesi nel mondo e Rajapack, azienda leader in Europa nella distribuzione di imballaggi e forniture aziendali, hanno stilato una serie di consigli a supporto dei merchant per ottimizzare le vendite online durante il periodo natalizio.

Eureweb in particolare offre due consigli per un sito user-friendly e una pubblicità online vincente: avere un sito e-commerce responsive e pianificare le campagne adv in tempo.

Per evitare ulteriori motivi di stress nel consumatore che lo porterebbero molto probabilmente ad acquistare altrove, è necessario rendere l’eShop il più responsive possibile: a non dimenticare la rilevanza sempre maggiore del mobile in questa prima fase del customer journey. Inoltre, in un periodo in cui la propensione all’acquisto dei consumatori è massima, è fondamentale amplificare la visibilità del brand attraverso campagne di web marketing capaci di primeggiare sulla concorrenza. Fin da ottobre è quindi importante attuare una campagna finalizzata a incrementare la brand awareness sfruttando soluzioni di maggior impatto emotivo come campagne display o video. A novembre invece l’obiettivo diventa di conversione con una comunicazione diretta alla vendita: anche in Italia il picco più alto di acquisti prima di Natale si registra infatti a fine mese, il giorno del Black Friday.

Da HiPay i consigli si rivolgono all’offerta di un’esperienza di acquisto rapida e sicura: non sottovalutare l’importanza dei custom data e garantire transazioni rapide soprattutto da mobile.

I dati dei pagamenti sono una fonte di informazione importantissima per la crescita del proprio eCommerce ma, soprattutto nel periodo natalizio, il rischio frode è molto alto particolarmente nei confronti di alcune tipologie di prodotti più pregiati o con spedizioni in aree più sensibili. Per questa ragione HiPay consiglia a ogni merchant di dotarsi di un antifrode customizzabile. Inoltre, dal momento che l’incidenza di smartphone e tablet è quintuplicata nel giro di 5 anni, durante la pianificazione della strategia e-commerce è fondamentale dedicare il giusto spazio anche alle transazioni effettuate da mobile, sia snellendo la compilazione del formulario dati all’interno della pagina di check out sia modulando il 3D secure, così da velocizzare le transazioni.

Rajapack, infine, suggerisce ai merchant di organizzare in anticipo il magazzino e pensare al giusto imballaggio a 360 gradi. Assicurarsi di avere tutto il necessario nei tempi stabiliti è senza dubbio una prerogativa in vista di un periodo così impegnativo. Rimanere sprovvisti di imballaggi e soluzioni per impacchettare e spedire i prodotti comporterebbe significativi ritardi che alla fine ricadrebbero non solo sull’azienda ma inevitabilmente anche sul consumatore finale che rischierebbe di non vedere il proprio regalo sotto l’albero di Natale. Programmare gli ordini e rifornire il magazzino è quindi d’obbligo per non arrivare impreparati. Inoltre, scegliere la soluzione capace di soddisfare al meglio le proprie esigenze di imballaggio non è un aspetto da sottovalutare. Proteggere il contenuto è fondamentale per non correre il rischio che l’acquisto si rovini durante la spedizione lasciando al cliente uno spiacevole ricordo. Inoltre il packaging è un vero e proprio biglietto da visita in grado di trasmettere i valori e le peculiarità che caratterizzano l’azienda. Una particolare attenzione alla personalizzazione e all’utilizzo di materiali eco-friendly potrà sicuramente accrescere la brand reputation in modo positivo.

Leggi tutto
Dal MondoLogistica

DELIEVEROO SI ESPANDE IN ASIA PACIFICO. PREVISTO LO SBARCO A TAIPEI ENTRO QUEST’ANNO

Deliveroo ha annunciato oggi che lancerà il servizio a Taipei nei prossimi mesi segnando un’altra tappa nel processo di
rapida espansione globale. Deliveroo opererà così in 13 mercati e oltre 500 città in tutto il mondo.

Deliveroo è stata fondata sulla passione per il cibo, e lavora con i migliori ristoranti e le più amate catene globali, come KFC, Chipotle e McDonald’s. Dà ai ristoranti la possibilità di aumentare il loro business grazie a un servizio end-to-end che include una flotta di rider per le consegne, aiutandoli in questo modo a raggiungere nuovi clienti.

La rapida espansione segue l’ultimo round di finanziamento del 2017, con il quale Deliveroo ha raccolto quasi 500 milioni di dollari, e ottenuto una valutazione complessiva di oltre 2 miliardi di dollari USA.

Deliveroo porterà il suo servizio a Taiwan nel corso di quest’anno, offrendo ottimo cibo a casa o in ufficio. Al lancio Deliveroo opererà a Taipei, con piani di ulteriore espansione nel mercato. I piatti locali preferiti tra cui la zuppa di noodle e manzo, il pollo fritto alla taiwanese e i GuaBao saranno disponibili nel momento del lancio.

Deliveroo creerà lavoro per centinaia di persone locali, sia nei ristoranti sia per coloro che vorranno collaborare con Deliveroo come rider. Collaborare con Deliveroo dà alle persone la libertà di scegliere quando e dove lavorare. Deliveroo è stata la prima piattaforma a offrire a tutti i rider l’assicurazione gratuita per gli infortuni. E l’azienda conta di fare lo stesso anche a Taiwan.

“Deliveroo punta a portare alle persone ottimo cibo dovunque e in ogni momento lo desiderino ed è incredibile che siamo in grado di farlo anche a Taiwan”, commenta Will Shu, fondatore e CEO di Deliveroo. “Puntiamo a lavorare con i ristoranti partner a Taiwan aiutandoli a raggiungere nuovi clienti e ad espandere il loro business. Personalmente il lancio a Taiwan è anche un traguardo personale per me: i miei genitori sono nati a Taiwan e buona parte della mia famiglia vive ancora a Taipei”.

Leggi tutto
AttualitàLogistica

NESPRESSO DISTRIBUITO NEGLI OLTRE 3200 PICKUP POINT DI PRIMAEDICOLA.IT SUL TERRITORIO

Nespresso, leader globale nel settore del caffè porzionato, continua ad ampliare la sua presenza in Italia e investe su una rete capillare di oltre 3200 nuovi pick up point. Grazie alla partnership con PrimaEdicola.it, a partire da martedì 17 luglio, è possibile prelevare gli ordini effettuati online presso le principali edicole italiane.

Effettuando il proprio ordine online, sul sito e-commerce o sull’app Nespresso, è ora possibile ritirare comodamente la shopper con i propri acquisti presso i nuovi pick up point della piattaforma PrimaEdicola.it.
Per tutti coloro che approfittano del weekend e delle vacanze per acquistare le loro riviste preferite e fare scorta di caffè, o per chi semplicemente non ha tempo e trova più comodo farsi recapitare gli ordini vicino casa, o in prossimità dell’ufficio e della palestra, i nuovi punti di ritiro Nespresso rendono ancora più facile e immediata l’esperienza di degustazione dei propri caffè preferiti.
Il servizio è disponibile in più di 3.200 edicole aderenti a PrimaEdicola.it, distribuite in 103 città presenti in tutte le regioni italiane. Fra i capoluoghi più serviti: Torino, Milano, Napoli, Genova e Roma.

“Con i nuovi pick up points Nespresso risponde efficacemente all’esigenza di prossimità dei suoi consumatori, già ottimizzata da una rete di oltre 61 Boutique distribuite su tutto il territorio nazionale e da un network di 10.000 uffici postali e circa 1200 TNT point dove è già attivo il servizio di ritiro”, ha dichiarato Stefano Goglio, Direttore Generale di Nespresso Italiana. “La forte presenza del brand sui canali digitali – attraverso differenti opzioni d’acquisto come l’eCommerce, l’app e il servizio di call center – è con questa iniziativa arricchita dalla possibilità non solo di ricevere a casa il proprio ordine, ma di poterlo prelevare presso il punto di ritiro più vicino. Un’ulteriore conferma della volontà di Nespresso di garantire una brand experience e un servizio di altissima qualità”.

Per conoscere il punti di ritiro più vicino è sufficente consultare il sito di Nespresso.

Leggi tutto
LogisticaMerchant

A MILANO MAXI SPORT E MILKMAN CORRONO INSIEME, CON CONSEGNE QUANDO SI PREFERISCE

La possibilità di ricevere con certezza in tempi brevi quello che si ordina online, anche nel 2018, non è da darsi per scontata.
Maxi Sport, azienda retail da 30 anni nel settore moda & sport, forte di un’approfondita conoscenza dei suoi clienti e delle loro esigenze, attraverso lo store online maxisport.com ha deciso di scegliere la professionalità del servizio di Milkman per garantire al cliente consegne puntuali, sicure, confortevoli e veloci.

“In un mercato multicanale, la consegna di qualità e nei tempi definiti dal cliente è un’opportunità importante”, dichiara Ester Sala, responsabile Marketing e eCommerce Maxi Sport. “forti della conoscenza dei consumatori grazie alla nostra rete retailer alle porte di Milano, a cui si aggiunge la Temporary Area #Red dedicata alle donne sportive in Corso di Porta Ticinese 60, attiva fino al 4 agosto e il nostro store on line aperto nel 1998, rispondiamo alle attuali esigenze delle persone, personalizzando l’esperienza di scelta e acquisto, fino all’esperienza di consegna. Un valore aggiunto che pochissimi retail nell’ambito sportivo offrono”.

Milkman si è dimostrata il partner ideale per Maxi Sport grazie al suo servizio che offre la totale libertà di scelta riguardo a giorno e ora.  I clienti Maxi Sport infatti, ora possono scegliere la consegna “anytime“, quella “same day” o quella con data e fascia oraria a scelta, con una finestra di consegna precisa fino a 30 minuti, su un’ampia scelta di prodotti tra quelli proposti su maxisport.com

“Grazie al nostro servizio sicuro e garantito”, precisa Stefano Scapin, Chief Revenue Officer Milkman. “se entro le ore 12.30 del mattino si conferma un acquisto, tramite il check out integrato di Maxi Sport con la piattaforma Milkman, prendiamo immediatamente in carico la consegna e possiamo arrivare a casa del cliente la sera stessa. Inoltre, con una mail di conferma il cliente riceve un link che gli dà accesso alla pagina web nella quale può vedere la previsione d’arrivo diventare sempre più precisa mano a mano che la consegna si avvicina. Può anche cancellare, riprogrammare, cambiare indirizzo, seguire il furgone su una mappa in tempo reale nei minuti precedenti all’arrivo”.

La dinamicità delle persone sportive si traduce anche nell’essere veloci nelle consegne e l’uomo che corre del logo di Milkman simboleggia perfettamente queste due anime.

Leggi tutto
FocusLogistica

DHL EXPRESS ITALY PRESENTA I FATTORI CHIAVE PER UNA CUSTOMER JOURNEY DI SUCCESSO NEL MONDO ECOMMERCE

www.matthewglloyd.co.uk

È dalla crescente attenzione alla digital transformation e alle notevoli opportunità del mondo online che DHL Express, leader globale nel trasporto espresso internazionale, ha sviluppato delle grandi innovazioni per supportare la crescita del business eCommerce. La presentazione ufficiale è avvenuta in occasione del Netcomm Forum 2018, la più importante vetrina del mondo eCommerce in Italia, durante il quale DHL ha presieduto un Workshop dal titolo “I fattori chiave per una Customer Journey di successo nel mondo eCommerce“.
DHL Express, grazie allo studio delle preferenze del consumer online e un’analisi approfondita delle esigenze del merchant, ha sviluppato soluzioni ad hoc per l’eCommerce: DHL eCommerce Shipping, creata per semplificare il lavoro delle PMI eCommerce italiane e On Demand Delivery, soluzione last mile per offrire una customer journey personalizzabile e flessibile agli e-shopper.

DHL eCommerce Shipping è l’esclusiva soluzione tecnologica dedicata ai business online che offre la possibilità di ottimizzare le attività di back-office per l’evasione ed aggiornamento degli ordini e dei resi. Dalle piccole attività alle aziende più strutturate, tutti i Clienti DHL che utilizzano piattaforme eCommerce (Magento, Prestashop, WooCommerce) o marketplace come Amazon, potranno utilizzare e trarre beneficio dai Plugin e dal connettore DHL. Un’innovazione che permetterà al merchant di trasformare gli ordini ricevuti in spedizioni DHL in pochi click direttamente sulla propria piattaforma eCommerce. Scaricarli è semplicissimo: basta andare sul sito dedicato all’offerta di DHL Express per l’eCommerce e andare nella sezione riservata a DHL eCommerce Shipping.

“Un’altra soluzione tecnologica a supporto del mondo online che conferma ancora una volta la nostra vocazione come innovatore del mondo della logistica digitale e come partner ideale delle imprese che puntano all’internazionalizzazione grazie al grande potenziale di crescita che oggi offre l’eCommerce.” ha affermato Simona Lertora, Managing Director Marketing and Business Development DHL. “Il successo dei nostri Clienti è strettamente legato alla soddisfazione dei loro acquirenti nell’esperienza di delivery e nelle opzioni di consegna offerte” ha continuato Simona Lertora. “Per questo motivo, offriamo delle soluzioni mirate per migliorare la Customer Experience dell’e-shopper in ogni fase del suo percorso d’acquisto online. Il nostro servizio On Demand Delivery permette ai consumer di gestire in autonomia la consegna della spedizione, personalizzando in qualsiasi momento tempo e luogo di consegna.”

Leggi tutto