close

Merchant

AttualitàMerchant

DA CARREFOUR IL PRODOTTO PARLA CON I CLIENTI CON LA TECNOLOGIA DI JOINTAG PER GLI STORE

Carrefour Italia investe nell’innovazione digitale e si appoggia a JoinTag per catturare l’attenzione dei propri clienti: è di questi giorni, infatti, la notizia dell’accordo tra Carrefour Italia e la milanese JoinTag, leader nel settore del proximity marketing e prima scelta dei brand più noti grazie all’innovativa piattaforma di proximity advertising Kariboo.

Attraverso questo accordo in oltre 200 Carrefour Market e all’interno di 40 centri Iper verrà abilitata l’innovativa tecnologia proximity di JoinTag che consentirà di intercettare e dialogare con l’utente nei diversi micro-momenti: near store, in store e near product,cioè vicino al punto vendita, dentro al punto vendita e direttamente davanti al prodotto. La sofisticata piattaforma di Kariboo (che unisce strumenti di localizzazione, un vasto network di app e una rete fisica di i-beacon) intercetta infatti l’utente nella sua customer journey quotidiana ed è in grado di attivare notifiche push mirate, comunicandogli messaggi nei momenti fondamentali della decisione d’acquisto.

Contemporaneamente la tecnologia di JoinTag consente di profilare i clienti di Carrefour Italia tracciandone gli spostamenti all’interno dello store e diventando quindi fondamentale strumento per generare analytics e ottimizzare i processi di vendita.

“Carrefour Italia è impegnata in prima linea nella ricerca di modi innovativi per migliorare la customer experience. Cerchiamo a questo scopo partner di eccellenza come JoinTag che, attraverso soluzioni tecnologiche all’avanguardia, ci permettono di anticipare e rispondere alle richieste in continua evoluzione dei nostri consumatori”, commenta Pierre Queau, Direttore Marketing, Clienti, Servizi e Trasformazione Digitale Carrefour Italia, mentre Marco Brandstetter, CEO di JoinTag, sottolinea come grazie  alla partnership con Carrefour Italia “consolidiamo la presenza di Kariboo e il suo innovativo format delle notifiche push Real Time nel circuito della GDO, diventando strumento fondamentale per l’esperienza del cliente in store”.

Leggi tutto
AttualitàMerchant

LA CAMPAGNA P/E 2019 DI ZALANDO, UN INNO A ESSERE SE STESSI, GRAZIE A UNA CONVENIENZA UNICA

Per la sua campagna Primavera/Estate 2019, Zalando punta su affidabilità, convenienza e servizi su misura.

Troppo originale. Troppo di corsa. Troppo esigente. E allora?”: partendo da alcune delle critiche più comuni, la campagna primavera/estate 2019 di Zalando lancia un invito ad essere audaci e fedeli a se stessi, senza preoccuparsi di compiacere nessuno.

Zalando mette al centro di tutto il cliente, adattando lo shopping alla sua personalità e offrendo soluzioni all’avanguardia per le sue esigenze. Grazie ai suoi servizi di convenienza esclusivi, come il vasto assortimento di oltre 300.000 prodotti e quasi 2.000 brand, il reso gratuito entro 100 giorni e la possibilità di provare i propri acquisti comodamente a casa e pagarli in modo sicuro anche dopo averli provati, Zalando vuole rendere lo shopping online facile, piacevole e ancora più attraente.

Rompere gli schemi ed essere innovativi sono valori che contraddistinguono l’attitudine di Zalando, oltre che della campagna. Jonny Ng, Direttore Marketing Strategy & Campaigns di Zalando, afferma: “Negli ultimi dieci anni, Zalando ha aiutato i clienti a creare il loro stile con facilità e a sentirsi bene. Con questa campagna vogliamo fare il passo successivo, ispirandoli a celebrare la loro unicità e a dare voce alla loro identità”.

“Siamo alla costante ricerca di soluzioni in grado di migliorare il servizio che offriamo ai nostri clienti e di una proposta di convenienza superiore alla media del mercato”, conclude Lorenzo Pretti, Responsabile della Strategia Commerciale per il Sud Europa. “Curiamo ed sviluppiamo il nostro assortimento permettendo a chiunque di trovare esattamente il capo che cerca per esprimere il proprio stile. Inoltre siamo stati i primi – in Italia – ad introdurre il test dei pagamenti posticipati che permettono ai clienti di ordinare i prodotti, provarli a casa e pagare solo ciò che scelgono di tenere”.

La campagna “E allora?” può essere visualizzata su Zalando.it, e la pianificazione include TV, canali digitali e affissioni nelle principali città, con gli scatti realizzati da Sacha Maric.

Leggi tutto
AttualitàMerchant

ROYAL CARIBBEAN PUNTA SULLA CUSTOMER EXPERIENCE CON IL SUPPORTO DI DYNATRACE

La customer experience è il fattore chiave nel settore dei servizi. Mai come nel segmento delle crociere questo elemento è fondamentale visto che la soddisfazione dei passeggeri rappresenta la massima priorità.

In occasione dell’evento Perform2019 di Dynatrace, Carlos Gutierrez-Menoyo, Senior Operations Manager eCommerce di Royal Caribbean, ha illustrato in dettaglio l’impegno dell’azienda nei confronti dell’esperienza del cliente che sin dalle primissime fasi ha abbracciato la trasformazione digitale.

Lo scenario iniziale
Prima di implementare Dynatrace, la soluzione sintetica classica iniziale di Royal Caribbean soddisfaceva le loro esigenze, ma il monitoraggio sintetico lasciava alla compagnia di navigazione una visione limitata, identificando solo i processi “buoni” e non gli errori che impattavano sugli utenti.

“Utilizzavano strumenti sintetici classici per provare a imitare l’esperienza utente come navigare sul sito, passare attraverso la homepage e vivere una vera e propria esperienza cliente”, ha dichiarato Gutierrez-Menoyo. “Si trattava di una visione molto ristretta del percorso cliente e si limitava solo a quello che noi chiamiamo una “navigazione felice”. Non ottenevamo lo stesso tipo di errore e non sperimentavamo, ad esempio, il possibile caricamento lento di una pagina che rappresentava esattamente quello che volevamo catturare”.

Nell’arco di un paio d’anni Royal Caribbean ha iniziato una trasformazione digitale interna che ha previsto la modernizzazione della propria architettura, l’allineamento degli altri team con le strategie IT complessive e il consolidamento dei fornitori ove possibile.

La Digital Trasformation è un percorso a tappe
Durante il percorso di digital transformation di Royal Caribbean è nato il gruppo eCommerce, incaricato di promuovere l’innovazione a tutti i livelli e di estendere l’utilizzo della tecnologia Application Performance Monitoring (APM) per migliorare gli obiettivi complessivi di business a livello digitale e trarre vantaggio da eventuali tecnologie di monitoraggio aggiuntive.

“Abbiamo provato differenti soluzioni, alcune delle quali funzionali ma non eravamo del tutto soddisfatti. Altre poi non hanno funzionato affatto nel nostro ambiente”, ha spiegato Gutierrez-Menoyo. “Quando siamo migrati in un ambiente a container, utilizzando Apache Mesos e Kafka, abbiamo riscontrato che i vendor non supportavano le feature di questi ultimi fatta eccezione per Dynatrace”.

La soluzione di Dynatrace si è integrata perfettamente nel sistema di Royal Caribbean, sia dal punto di vista funzionale sia architetturale. Utilizzando la nuova piattaforma Dynatrace, che include Synthetic e RUM, ora Royal Caribbean può visualizzare ogni utente, tutto ciò che fa e la sua esperienza d’uso sul sito.

“Abbiamo finalmente accesso ad attività che prima non visualizzavamo”, ha spiegato Gutierrez-Menoyo. “Abbiamo notato che alcune pagine hanno richiesto un caricamento più lungo di quanto ci aspettassimo. Inoltre, alcuni utenti stavano per abbandonare una pagina dopo aver avuto un’esperienza negativa o perché avevano riscontrato un errore. A fare la differenza è stata la piattaforma Dynatrace”.

Migliorare l’esperienza digitale
L’obiettivo finale di Royal Caribbean è poter gestire il percorso di navigazione degli utenti, dall’acquisto dei biglietti fino al momento del check-in in crociera.

Utilizzando la potente funzionalità Digital Experience Monitoring di Dynatrace attraverso la piattaforma OneAgent, e in particolare la funzionalità RUM, Royal Caribbean può monitorare con successo tutti i passaggi compiuti dall’utente. Inoltre, la società di navigazione è in grado di comprendere i potenziali limiti della larghezza di banda.

Uno dei processi chiave che Royal Caribbean stava cercando di includere tra le proprie iniziative di Customer Experience era la capacità di monitorare l’esperienza dell’utente. E così, l’azienda ha migliorato la piattaforma Dynatrace ampliandone le funzionalità con Session Replay, che riproduce l’intera sessione. Questa funzionalità consente a Royal Caribbean di campionare le sessioni utente e di sostituirsi al cliente stesso in caso di problemi.

“Con Session Replay visualizzare l’intero sistema è molto utile”, ha concluso Gutierrez-Menoyo. “Il fatto che si riesca a capire se un utente stia avendo difficoltà oppure eseguire il drill-down per verificare la quantità di errori JavaScript in corso è per noi un dato di valore”.

Leggi tutto
AttualitàMerchant

CARREFOUR ITALIA: SPESA ONLINE ANCORA PIÙ FACILE GRAZIE ALLA NUOVA FUNZIONALITÀ “AUTO-ADD”

carrefour

Carrefour Italia, da sempre attenta ai bisogni dei consumatori e pronta a rispondere alle loro esigenze grazie all’integrazione di servizi tradizionali e digitali, arricchisce l’esperienza d’acquisto online su Carrefour.it grazie alla funzionalità Auto-Add, che permette al cliente di impostare la frequenza con la quale i suoi prodotti preferiti verranno aggiunti automaticamente al carrello digitale.

La nuova funzionalità Auto-Add si aggiunge agli altri servizi già disponibili sull’eCommerce Carrefour.it e propone al cliente una nuova customer journey, velocizzata, ottimizzata e semplificata. Grazie ad un semplice click, il cliente può infatti impostare in un attimo la frequenza (ad ogni ordine, settimanalmente, mensilmente) e la quantità dei prodotti senza più doversi preoccupare di aggiungerli al carrello.

“Carrefour Italia è costantemente impegnata ad ascoltare attivamente i propri clienti ed a ricercare, sviluppare, e offrire agli stessi soluzioni tecnologiche all’avanguardia in grado di rispondere alle loro reali
necessità”, ha commentato Enrico Fantini, eCommerce Director di Carrefour Italia. “Grazie alla nuova funzionalità di aggiunta automatica dei prodotti, riusciamo a migliorare concretamente ed ulteriormente la shopping-experience online, semplificandola e rendendo la spesa online ancora più veloce”.

Leggi tutto
Merchant

AMAZON.IT PERMETTE DI CREARE UNA LISTA NOZZE PERSONALIZZATA, GRAZIE AD AMAZON ASSISTANT

66131d44-825c-4328-8397-368c28940ead__O

Amazon.it annuncia il lancio del tanto atteso servizio Lista Nozze, che sarà di aiuto alle coppie in procinto di sposarsi nella creazione della lista nozze ideale, offrendo loro un’esperienza altamente personalizzata, offrendo l’accesso ad un’ampia selezione di prodotti e assicurando una completa personalizzazione della lista e la libertà di inserire i regali desiderati spaziando nella scelta anche oltre i prodotti più tradizionali. Il servizio include un pulsante “Aggiungi alla Lista Nozze” che, una volta creata la propria lista, appare disponibile su tutti i prodotti presenti su Amazon.it. È disponibile inoltre una funzione che consente agli sposi di visualizzare l’elenco degli articoli acquistati, permettendo così di tenere traccia dei regali e ringraziare di conseguenza amici e familiari.

Le coppie hanno la libertà di personalizzare la loro Lista nozze con le proprie foto, i propri nomi, la data e il luogo del matrimonio. Le Liste Nozze possono essere condivise via eMail, social media o attraverso un URL personalizzato e unico: amici e parenti possono così facilmente consultare la lista e dare il proprio contributo. Inoltre, oltre alla selezione di milioni di prodotti disponibili su Amazon.it, i futuri sposi hanno la possibilità di aggiungere alla loro lista anche prodotti presenti su altri siti attraverso la “Lista Desideri Universale”, grazie alle funzionalità di Amazon Assistant.

 

Leggi tutto
Dal MondoMerchant

ECOMMERCE: DALLA POLONIA IN ITALIA LA SCANSIONE DEL PIEDE 3D, PER ACQUISTARE ONLINE LE SCARPE GIUSTE

Scanner-3D

Dalla Polonia arriva un nuovo concetto di store, che combina online e offline, mirato a risolvere uno dei più frequenti problemi di chi acquista sul web: quello di ordinare il modello di scarpe che desidera per poi accorgersi che la forma della calzatura non si adatta perfettamente alla conformazione del proprio piede.

Per quanto il sistema di resa e sostituzione sia una pratica rodata e consolidata è sempre  frustrante dover (anche momentaneamente) rinunciare ad indossare le scarpe e attendere un nuovo invio, o dover scegliere un nuovo modello.

Evitare questo inconveniente è il compito di una nuova tecnologia, che è già una realtà in  Polonia e sta arrivando anche Italia: una scansione 3D del piede che consente di scegliere il modello di scarpe che più si adatta alla conformazione del piede e ordinarlo comodamente online.

Con questo metodo rivoluzionario non vengono rilevati solamente la lunghezza e la larghezza della pianta, ma anche tutti quei parametri che servono affinché poi si possa scegliere senza errore il modello di scarpe più consono. Questo concetto di misurazione è  realtà ormai consolidata in Polonia, ad opera della catena eobuwie, che in italia è presente con il sito in lingua italiana www.e-scarpe.it.

Vi si possono trovare in vendita circa 40.000 modelli di scarpe di quasi 500 marchi, tutte scansionate e codificate in base alla loro architettura interna. E i dati ricavati, confrontati con quelli del cliente che ha effettuato la scansione dei propri piedi, danno la possibilità di scegliere tra tutti i modelli compatibili per un risultato “su misura”.

Gli scanner si trovano nei punti vendita eobuwie.pl e nei punti di misurazione. Bastano pochi minuti per la scansione, che è del tutto gratuita: tolte le scarpe, si sale sullo scanner, con un click si dà il via alla mappatura e in breve si vede riprodotta su uno schermo l’immagine in 3D dei propri piedi. I dati sono poi salvati in un archivio elettronico per poter essere utilizzati al bisogno. Le scarpe, infatti possono essere acquistate via internet, con la certezza di non sbagliare.

La nuova proposta di eobuwie.pl, progettata da Dalziel & Pow, mira a imporre un nuovo standard nella vendita online e le code che nelle ore di punta si formano ai terminali digitali sparsi per il Paese sono sono la prova più evidente del successo dell’iniziativa.
Per offrire inoltre un servizio celere, con un occhio alla salvaguardia ambientale, eobuwie.pl sta testando la possibilità di consegnare le merci acquistate online con veicoli elettrici. Per ora, questo tipo di servizio è disponibile soltanto a Cracovia. Le merci, trasportate a domicilio con dei Renault Twizy Cargo, provengono dal negozio eobuwie.pl più vicino, quello di Breslavia. Entro tre ore dall’ordine sono consegnate. Se il test avrà successo, la società valuterà se implementare questo tipo di servizio anche altrove.

Leggi tutto
Dal MondoMerchant

ATTITUDE LTD PRESENTA BESTPAY.IT: IL PRIMO COMPARATORE AL MONDO DI SISTEMI DI PAGAMENTO PER PMI

1.Bestpay

Da due mesi, il Gruppo Attitude Ltd ha integrato la propria strategia commerciale con il lancio di Bestpay.it, il primo comparatore online di sistemi di pagamento per PMI.

Bestpay.it permette di scoprire in tempo reale quanto è possibile risparmiare su ogni transazione effettuata con carta di credito o bancomat scegliendo il POS più indicato per il proprio volume d’affari e il proprio modello di business.

Inoltre, grazie ad una rete dedicata di oltre 150 consulenti distribuita in tutta Italia, è possibile ricevere direttamente presso la propria attività, senza doversi recare in banca, la visita gratuita e non impegnativa di un consulente che costruisce la strategia di incassi più efficace per il merchant per riuscire ad aumentare i profitti di oltre il 40%.

Rifiutare un pagamento con carta di credito significa perdere una vendita e un futuro potenziale cliente fidelizzato nel tempo. Tra l’altro da un anno, legalmente, non è neanche, più possibile farlo.

Da poco più di un anno, infatti, tutti i professionisti, commercianti, artigiani e possessori di partita IVA che lavorano a stretto contatto con i clienti, hanno l’obbligo di dotarsi di un POS per accettare pagamenti con carta, anche di piccoli importi.

Bestpay.it va incontro alle esigenze dei merchant aiutandoli a fare la scelta giusta e ponderata rispetto alle varie opportunità offerte dal mercato dei POS permettendo a questi di fare business con le commissioni più basse del mercato.

Scopriamo allora, quali sono le voci di costo da considerare se si intende attivare un POS:

il canone di noleggio annuo del device POS, comprensivo dell’installazione;
i costi fissi (spesso nascosti) che vengono applicati su ogni transazione;
i costi variabili, ovvero le commissione applicate in percentuale su ogni transazione.

Fino ad oggi eravamo abituati a richiedere il POS direttamente alla banca di appartenenza (quella in cui si è correntisti) senza verificare la reale convenienza delle condizioni applicate nel contratto di noleggio POS.
Oggi, grazie a Bestpay.it, è possibile scoprire in tempo reale e con 3 soli click quanto è possibile risparmiare ogni anno con le commissioni più basse del mercato rispetto a quelle applicate mediamente sul mercato dai vari Istituti di credito e tutto questo stando comodamente seduti davanti al proprio PC o con il proprio tablet o mobile.

Dopo aver provato il comparatore e simulato il proprio risparmio annuale, il merchant può richiedere attraverso un form di contatto la visita gratuita (e senza impegno) di un consulente Bestpay.it, con il quale può costruire la propria strategia di incassi personalizzata che gli permetterà di risparmiare oltre il 40% sulle normali commissioni POS presenti sul mercato.

Parliamo di una consulenza ad alto valore aggiunto che permette al merchant di aumentare i propri profitti sul fatturato di oltre il 40% attraverso la costruzione di una strategia che esamina il target di clientela, il volume di affari e il modello di business del merchant.

Da questo si comprende che la scelta del POS, a cui affidare gli incassi della propria attività, diventa sempre più una scelta strategica che può influire in maniera esponenziale sul contenimento dei costi e quindi sulla marginalità dei profitti della propria attività commerciale.

“Quella di Bestpay è davvero una rivoluzione di sistema” racconta il CEO e Founder di Attitude Ltd Gennaro Tella,“fino ad oggi infatti, i merchant erano abituati a richiedere il POS all’istituto di credito in cui erano correntisti, senza avere modo di verificare la reale convenienza delle commissioni che gli venivano applicate, un po’ come accadeva nei primi anni 80’ quando esisteva un solo modello di cellullare e l’operatore telefonico operava in regime di monopolio”.

Leggi tutto
AttualitàMerchant

STA ARRIVANDO SAN VALENTINO 2019: GLI ACQUISTI ONLINE VINCONO ANCHE IN AMORE

San Valentino 2019 – Le idee regalo per lei e per lui

Come ogni anno con la fine di Gennaio si avvicina inesorabile il giorno dedicato a tutti gli innamorati: San Valentino. E nonostante molti sostengano che l’amore non ha bisogno di una ricorrenza commerciale per essere festeggiato, rimane comunque un dato di fatto che le vetrine dei negozi in questo periodo iniziano a riempirsi di cuori e di peluche.

idealo, portale internazionale di comparazione prezzi con oltre 145 milioni di offerte di oltre 30.000 negozi online, ha deciso di studiare la tematica dal punto di vista degli acquisti online: cosa comprano su Internet gli innamorati in vista del 14 Febbraio?1 I dati raccolti hanno permesso di capire non solo quali sono i regali più gettonati per lui e per lei, ma anche la fascia demografica degli acquirenti e le regioni d’Italia più coinvolte.

I regali per lui
idealo ha analizzato quali sono stati i prodotti da uomo per i quali, in vista di San Valentino 2018, sono aumentate rispetto a un periodo senza ricorrenze o festività le ricerche online da parte delle sole donne. Nel dettaglio si tratta di anelli (oltre +100% di ricerche), profumi (+94,4%), orologi sportivi (+86,5%), occhiali da sole (+65,4%), fotocamere compatte (+52,7%), stivali (+27,3%), macchine da caffè a capsule (+24,4%), regolacapelli & barba (+21,3%).

Considerando i prodotti più popolari di questo periodo2, il regalo top per lui potrebbe essere un profumo come Dior Sauvage Eau de Toilette, un trattamento per il viso come Filorga Skin Absolute Anti-Aging Nightì o un robot da cucina KitchenAid Artisan.

I regali per lei
I prodotti dedicati a “lei” e acquistati dai soli uomini che prima di San Valentino 2018 hanno avuto un’impennata sono stati asciugacapelli (oltre +100%), stivali (oltre +100%), fotocamere compatte (+91,8%), profumi (+86,9%), orologi da polso (+49,1%), macchine per caffè espresso (+38,3%), robot da cucina (+35,4%), macchine da caffè a capsule (+35,2%), cuffie (+20,6%), zaini (+6,6%), reflex (+5,0%), sneakers (+4,7%) e spumanti (+2,0%).

Per quanto riguarda il prodotto top per lei per questo San Valentino 20195, questo potrebbe essere una fotocamera compatta come la Panasonic Lumix DC-TZ90, il profumo Lancôme La Vie est Belle o un orologio da polso Casio Collection.

Identikit dell’innamorato digitale italiano
Considerando il periodo in cui sono stati acquistati i regali di San Valentino 2018, gli uomini hanno comprato online quasi il doppio rispetto alle donne (63,1% vs 36,9%) ma per entrambi i sessi la fascia di età più coinvolta è stata quella tra i 35 e i 44 anni. In base ai dati di Google Trends possiamo vedere che le tre regioni italiane dove è stato registrato il maggior numero di ricerche relative a San Valentino sono la Campania, la Calabria e infine la Basilicata. Gli ultimi tre posti della classifica vedono, invece, Liguria, Sardegna e Valle d’Aosta. Per quanto riguarda, invece, le cinque località con più “innamorati digital” vi sono Cerreto d’Esi in provincia di Ancona, Giugliano in Campania (Napoli), Cosenza, Catanzaro e Montesilvano (Pescara).

“L’acquisto online è diventato una pratica consolidata che per alcuni consumatori è ormai la norma: fare shopping online permette di risparmiare, di ricevere la merce comodamente a casa e di poter valutare le recensioni di migliaia di altri utenti – ha commentato Fabio Plebani, Country Manager per l’Italia di idealo – Non sorprende quindi che anche per una ricorrenza come San Valentino il web sia diventato un punto di riferimento. Acquistare online permette di avere più tempo libero da dedicare al partner, in fondo il miglior regalo che si possa fare a chi si ama”.

Leggi tutto
AttualitàMerchant

11 STRATEGIE DI CRESCITA PER IL TUO BUSINESS ECOMMERCE: I SUGGERIMENTI DI SEMRUSH

ecomm-02

Il commercio elettronico è uno dei settori che già da anni è in costante crescita anche in Italia. Secondo l’opinione dei più grandi esperti, nei prossimi anni l’acquisto su internet sarà ancora più diffuso e probabilmente occuperà una parte sostanziale nella vita dei consumatori. Avere un’attività online non è più un sogno: è la realtà con la quale ci intrecciamo ogni giorno.

Diventando venditore o proprietario di un sito eCommerce si scopre che esistono cose che è essenziale capire per portare il business a grandi livelli e per non scomparire rapidamente sotto la marea dei competitor online. SEMrush, una piattaforma SaaS per la gestione della visibilità online, ha effettuato una ricerca dedicata alle 11 strategie vincenti per i siti eCommerce.

Per capire come creare e ottimizzare un eCommerce, e soprattutto poi aumentare conversioni e vendite, bisogna partire dall’analisi dei dati esistenti. SEMrush ha raccolto e analizzato i dati di oltre 8.000 siti di eCommerce. Non solo: l’agenzia Hallam ha condiviso approfondimenti dettagliati sulla sua esperienza con i clienti.

Il 2019 è cominciato da poco, e non c’è momento migliore per analizzare quello che è successo nell’anno precedente per correggere gli errori e prendere la direzione giusta per far crescere il business.
Ecco le 11 tattiche per un negozio online di grande successo:

1) Priorità al traffico mobile
Il “mobile” è la principale categoria di dispositivi in quanto a traffico. La ricerca rivela che nel mondo dell’eCommerce il traffico mobile supera generalmente quello desktop, a prescindere dal settore o dal paese in cui hanno origine le ricerche.

Ecco perché è importante investire in un sito completamente responsive e ottimizzato per dispositivi mobili, così che possa offrire ai visitatori tutta l’esperienza che otterrebbero sul desktop.

2) Ottimizza per il Mobile-First Index
Concentrarsi sugli utenti mobile del tuo sito e-commerce è un’ottima strategia per il 2019. Il traffico da smartphone è in costante crescita, quindi non investirvi potrebbe portare a una grave perdita di clienti. Ottimizza ora il tuo sito per l’indicizzazione mobile-first per essere tra i primi nei risultati di ricerca.

3) Utilizza le SERP Feature
Le SERP Feature stanno diventando molto importanti. Grazie a esse si possono aumentare parecchio la visibilità, l’autorità e, di conseguenza, le vendite di un ecommerce. Le più comuni in tutto il mondo sono recensioni, site link, caroselli e immagini.

Dalla ricerca si vede che “Recensioni” è la SERP feature più frequente; di conseguenza le recensioni sono uno dei mezzi più potenti che si può usare per aumentare le vendite.

4) Diversifica il tuo profilo Backlink
Presta attenzione al tuo profilo backlink perché Google sta cercando dei segnali della tua credibilità. Se il tuo sito guadagna dei link esterni da domini autorevoli riesci a posizionarsi meglio.

5) Investi nella SEO
La SEO è senza dubbio il più importante aspetto nella “vita” di un eShop. Google non posizionerà mai bene il tuo sito se ha difficoltà a scansionarlo e se non riesce a capire la sua struttura. Quindi difficilmente lo proporrà agli utenti.

6) Implementa AMP sulle pagine chiave
Una versione AMP di un sito eCommerce è più mirata alla velocità piuttosto che a rendere facile la conversione all’utente. Però, grazie al fatto che il tempo di caricamento della pagina diventa più rapido, c’è molta più probabilità che l’utente faccia un acquisto.

7) Ottimizza le immagini per la ricerca e le conversioni
É particolarmente complicato che l’utente di un sito eCommerce compri qualcosa online non visualizzando un’immagine di alta qualità. Dunque bisogna per forza ritenere l’ottimizzazione delle immagini come una condizione primaria per le conversioni.

8) Implementa i dati strutturati
I dati strutturati ti consentono di comunicare a Google e ai clienti esattamente ciò che vuoi che sappiano sul tuo prodotto e sul tuo sito, in un’unica istantanea facile da comprendere per entrambi.

9) Shopping d’impulso vs shopping pianificato
Per aumentare le vendite è giusto ottimizzare il sito sia per quegli utenti che fanno acquisti pianificati sia per chi compra d’impulso. I trigger emotivi delle campagne pubblicitarie e le informazioni approfondite aumentano la conversione dei siti.

10) Scegli i giusti modelli di attribuzione
Un’altra raccomandazione è quella di utilizzare, nelle analisi delle prestazioni del traffico, un modello di attribuzione che supporti più punti di contatto invece di uno solo. Quindi, i modelli lineari o basati sulla posizione potrebbero essere scelte valide.

11) Trasforma gli eventi globali in vendite
Gli eCommerce hanno l’incredibile opportunità di sfruttare i principali eventi settoriali. Si tratta proprio di essere a conoscenza dei maggiori trend mondiali. Essere al corrente delle tendenze del mercato, identificare le esigenze delle buyer personas, sapere chi sono i competitor e quali strategie utilizzare per superare i rivali sono passaggi obbligatori per convertire un eShop, anche al livello iniziale, in un business vincente.

Scarica qui l’ebook

Leggi tutto
AttualitàMerchant

BRANDON RAFFORZA L’EXECUTIVE TEAM CON IL NUOVO CEO ILARIA TIEZZI. OBIETTIVO: CRESCITA E INTERNAZIONALIZZAZIONE

ILARIA

Brandon Group, piattaforma che vende online i prodotti e i brand delle pmi italiane ed europee, dopo avere chiuso un round da 3 milioni di euro, scale-up con tassi di sviluppo triple digit e una vocazione globale, punta su crescita e internazionalizzazione con la nomina di un nuovo CEO, Ilaria Tiezzi (nella foto).

Toscana, 37 anni, laureata con lode all’Università Luigi Bocconi, la manager porta in Brandon quindici anni di esperienza all’interno di grandi gruppi italiani e internazionali, per i quali ha gestito e realizzato progetti strategici di crescita e di espansione commerciale. Innovazione tecnologica e visione sulle potenzialità del digitale applicate al business sono la cifra del suo percorso professionale. Subito dopo la laurea, infatti, Ilaria Tiezzi entra in Mediaset contribuendo al lancio della prima piattaforma digital video broadcasting a livello mondiale e dal 2006 per cinque anni è consulente di strategia direzionale in The Boston Consulting Group dove matura una vasta esperienza internazionale nelle practice TMT (Tecnologia, Media e Telecomunicazioni) e Consumer Goods. Ed è ancora una volta la passione per la tecnologia a portare Ilaria in Sky Italia, dove per quattro anni si occupa di strategia multipiattaforma, partnership commerciali e innovazione, valutando opportunità di investimento e l’adozione di tecnologie ad alto potenziale. Nel 2015 Ilaria coglie una nuova sfida professionale improntata alla crescita e all’internazionalità: si trasferisce a Londra ed entra come Vice Presidente in V-Nova Ltd, startup diventata dopo qualche anno un player globale nell’offerta di soluzioni di compressione dei video, dove è responsabile del lancio di nuovi prodotti e dell’ingresso in nuovi mercati. Oltre all’esperienza manageriale in questi grandi Gruppi, Ilaria è stata Professore a contratto all’Università Luigi Bocconi, membro del Consiglio di Amministrazione dell’Accademia di Belle Arti di Torino e, dal marzo 2018, a ridosso del progetto di quotazione all’AIM, Amministratore indipendente di Cellularline SpA.

“Dal 2017 abbiamo aggiunto al canale di vendite con cui siamo nati, le flash sales, anche i marketplace come Amazon, eBay e molti altri e questo ampliamento dei canali distributivi ha determinato l’esplosione dei volumi di vendita di Brandon. Ilaria Tiezzi, con il suo background professionale in grandi gruppi globali e nella consulenza strategica, è la manager giusta per rafforzare la struttura e i processi di Brandon e gestire l’accelerazione del business. Una manager di grande capacità e leadership che completerà nell’execution di questa nuova fase di Brandon, lo scale up. Insieme siamo la squadra perfetta per affrontare le sfide dei prossimi anni”, ha commentato Paola Marzario, founder e Presidente di Brandon Group.

Brandon Group, costituita nell’agosto del 2012 da Paola Marzario, con sede a Milano e Napoli, è una società interamente dedicata allo sviluppo delle vendite online nei settori fashion, sport, home & living e beauty. Brandon è una piattaforma di vendita online che offre alle pmi un servizio di gestione di tutto il processo di vendita e post-vendita online: dalla digitalizzazione dei cataloghi alla descrizione in chiave SEO dei prodotti, dalla definizione della strategia di vendita online alla logistica, dal repricing automatico alla gestione dei feed e all’analisi dei big data, dal customer care alla gestione dei resi e del post vendita. Il 2018 è stato per Brandon un anno di forte crescita, a conferma della scelta strategica di allargare i suoi canali di vendita ai marketplace internazionali. La società prevede di chiudere l’esercizio 2018 con un fatturato di circa 10 milioni di euro, più che raddoppiato rispetto ai 4,9 milioni di euro registrati nel 2017.

Il nuovo CEO di Brandon Group, Ilaria Tiezzi, coordinerà un team di 23 risorse, per consolidare e accelerare questo trend di crescita. Il Piano di crescita della società punta sull’ampliamento delle categorie merceologiche, sull’ingresso in nuove aree geografiche e su importanti investimenti in tecnologia, con l’obiettivo di gestire in modo completamente automatizzato e integrato l’intero processo di vendita, dal caricamento del catalogo dei fornitori fino all’acquisto, alla logistica e al customer care. Obiettivo di Brandon e del suo management team è raggiungere un fatturato di oltre 50 milioni di euro nei prossimi tre anni attraverso la crescita organica del business, operazioni di m&a e un nuovo round di investimento.

“Sono fiera e lusingata di essere stata scelta per guidare Brandon in una fase tanto strategica del suo percorso di crescita. I servizi che offriamo rispondono a un’esigenza forte e in costante aumento, non solo delle pmi ma anche di tutto il settore della distribuzione tradizionale, dare visibilità e vendere online, in Italia e soprattutto all’estero. La nostra proposta è chiara e potente: avviare nell’arco di poche settimane il canale di vendita online e internazionalizzare il business dei nostri clienti, con un servizio completo che li libera di ogni complessità e consenta loro di rimanere focalizzati sul core business. Un’intuizione vincente che, con il supporto di piattaforme tecnologiche integrate a monte e a valle della filiera, renderà Brandon un determinante volano di crescita per le aziende italiane e una scaleup su cui puntare, in grado di realizzare tassi di crescita triple digit”, ha commentato Ilaria Tiezzi, il nuovo CEO di Brandon Group.

 

 

Leggi tutto