close

Merchant

AttualitàMerchant

BIRRA MORENA, IL BIRRIFICIO LUCANO PUNTA SULLO SHOP ONLINE E AMAZON

Digital Angels e Birra Morena

Birra Morena, azienda attiva nella produzione di birra e bevande fermentate con stabilimento di Baragiano, nel comune di Balvano (Pz), si pone come promotrice del made in Italy per rilanciare il settore birrificio a livello territoriale, tramite una distribuzione indipendente qualificata e un e-commerce dedicato. Con l’obiettivo di massimizzare la vendita dei suoi prodotti e promuovere campagne di awareness Birra Morena si è affidata all’agenzia Digital Angels, che ha ideato una strategia digitale volta a promuovere l’ampia gamma di prodotti su un ampio target di utenti geolocalizzato in tutta Italia: l’obiettivo primario della campagna è massimizzare la visibilità delle proprie birre e ottimizzare le vendite dallo shop online del brand.

La strategia prevede un approccio cross-mediale diversificato: alle più comuni campagne SEM, con annunci verticali sulle diverse linee di prodotto e promozioni specifiche per il periodo Natalizio, si aggiunge il canale Shopping, per massimizzare le vendite online dei prodotti. Un approccio strategico similare è utilizzato con la promozione del Catalogo sul canale Facebook dell’azienda. Lo spirito innovativo del brand trova la sua massima realizzazione nell’utilizzo del canale AMS di Amazon: per aumentare il volume di ordini, l’agenzia ha creato e gestisce campagne specifiche per stimolare le vendite su un set selezionato di prodotti.

Leggi tutto
AttualitàMerchant

HARMONT & BLAINE RINNOVA LA PROPRIA PRESENZA ONLINE

H&B

Il nuovo sito web di Harmont & Blaine segna un’evoluzione significativa nell’approccio marketing e digitale del brand: non un semplice restyling, ma un vero e proprio cambio di paradigma che offrirà all’utente un’esperienza avvolgente e completa. Il sito è stato realizzato in collaborazione con l’e-commerce provider Drop e l’agenzia creativa Alkemy Tech.

La facilità di utilizzo, il dinamismo e una continua interazione tra e-commerce, punto vendita e social network, rappresentano le leve fondamentali per attualizzare la nuova strategia: un unico sito quindi, per scoprire il mondo Harmont & Blaine e per acquistarne i prodotti. La nuova User Experience, attraverso una maggiore usabilità, efficienza e interazione con il cliente, mira ad aumentarne la soddisfazione. Ne consegue un’esperienza d’acquisto customizzata, immersiva, pensata da più angolazioni: proporrà adogni singolo utente, non solo i suoi desideri attuali, ma anche gli ipotetici futuri, attraverso l’applicazione di algoritmi che analizzano i comportamenti affini di clienti simili. L’ interazione continuerà attraverso i social coinvolgendo il consumatore in un dialogo costante con il brand e offrendogli la possibilità di acquistare i prodotti desiderati, in modo fluido e veloce, direttamente sul proprio profilo, senza ulteriori passaggi.

L’intero progetto è pensato per favorire la multicanalità e il continuo dialogo tra online e offline: la geolocalizzazione consentirà un contatto immediato con il punto vendita.

Questa evoluzione segue la volontà da parte dell’azienda di rafforzare un’immagine fresca e dinamica, progetto iniziato attraverso la partnership con Francesco Carrozzini – film director prima ancora che fotografo – che ha firmato la campagna pubblicitaria sviluppata intorno al dna del brand.

Leggi tutto
FocusMerchant

PRIVATEGRIFFE CAMBIA LOOK E SI ARRICCHISCE DI NUOVE FUNZIONALITÀ

privategriffe-axelero

Privategriffe, il marketplace dedicato allo shopping second hand di lusso nato nel 2012 e acquisito al 100% da axélero nel 2016, è online con un nuovo layout per offrire agli utenti una migliore esperienza d’acquisto.

Tra le nuove funzioni della piattaforma, l’opzione della ricerca personalizzata permette di utilizzare appositi filtri per selezionare le caratteristiche ricercate e avere sullo schermo di smartphone, tablet o pc una carrellata di proposte in linea con i propri desideri di acquisto. È stata inoltre inserita la funzione alert che permette di ricevere, tramite e-mail o notifiche, aggiornamenti su venditori, brand e prodotti, oltre che seguirne le variazioni di prezzo e disponibilità.

Grazie alle nuove funzioni, gli acquirenti possono proporre al venditore, in forma privata, un’offerta di prezzo al ribasso, avviando una trattativa riservata per concordare un nuovo prezzo che non svaluti il prodotto. Infine, per assicurare a tutti i clienti la migliore esperienza di acquisto possibile, Privategriffe mette a disposizione il proprio servizio di Customer Care, attivo in qualsiasi momento e per qualsiasi esigenza.

Privategriffe si rivolge prevalentemente a un target femminile, di età compresa tra i 25 e 54 anni, che utilizza principalmente lo smartphone per i propri acquisti online. Le operazioni effettuate dai clienti del marketplace riguardano, infatti, per il 34% capi d’abbigliamento, il 29% borse, il 20% scarpe, il 13% accessori ed il 4% gioielli. Oggi Privategriffe vanta un catalogo di oltre 47 mila prodotti, più di 290 mila utenti registrati, circa 700 prodotti venduti mensilmente con un carrello medio di 200,00 euro. Questi numeri confermano la crescente propensione degli italiani nei confronti della compravendita di abbigliamento griffato di seconda mano: stando alla ricerca “Second Hand Economy” di Doxa relativa all’anno 2016, infatti, il 33% di chi non ha mai acquistato e/o venduto second hand è propenso a farlo (un trend in crescita del 5% rispetto al 2015), mentre il 53% di coloro che già acquistano usato dichiara di aver comprato almeno una volta ogni 6 mesi (+10% rispetto al 2015), così come ha fatto il 48% dei venditori.

Leggi tutto
AttualitàMerchant

IL GUFO RIDISEGNA LA PROPRIA PRESENZA DIGITALE E L’ECOMMERCE

Web-Showcase-Project-Presentation

Il Gufo, marchio italiano di abbigliamento haut de gamme per neonati e bambini fino a 14 anni, rinnova la propria piattaforma digitale grazie al restyling del suo sito istituzionale e del suo eCommerce integrato.

“Bambini vestiti da bambini”: il payoff del brand è stata la prima ispirazione del progetto di design, cioè semplificare attraverso un layout che comunicasse qualità, attenzione al dettaglio, rispetto per il target di riferimento e prodotto. Sia la parte di shop online sia il magazine interno al sito vivono su una struttura di pagina asimmetrica che crea un ritmo visivo stimolante e alleggerisce la fruizione dei contenuti, attentamente bilanciati tra iniziative commerciali, catalogo prodotto e tematiche di carattere più editoriale.

La gestione della nuova piattaforma eCommerce, disponibile in cinque lingue (italiano, inglese, francese, tedesco e russo), è stata presa in carico da Triboo Digitale, l’eCommerce company del Gruppo Triboo, assieme all’erogazione di tutti i servizi correlati di fatturazione, pagamento e logistica per spedizioni disponibili in tutto il mondo.

“Il mercato del childrenswear si conferma anche per il 2017 come un settore in forte e continua crescita, e per questo motivo è sempre di più presidiato dai principali brand del lusso”, dichiara Alessio Barbati, Strategy & Business Development di Triboo Digitale. “Il progetto realizzato per lo store online del Gufo si configura come un ulteriore tassello posizionante che conferma il ruolo di Triboo come anticipatore nella fornitura di servizi digital altamente specializzati a uno dei segmenti più in crescita nel mercato internazionale del fashion e dell’abbigliamento”.

Il progetto ha visto inoltre la pianificazione di strategie di digital marketing e di Seo che si baserà, in particolare, sulla semantica abbinata alla keywords research, la quale avrà un ruolo importante soprattutto in ottica internazionale, dove verrà presieduta sia la differenza tassonometrica tra UK e US, sia l’approccio sul mercato Russo con la strategia Seo dedicata su Yandex, il principale motore di ricerca in Russia.

Leggi tutto
AttualitàMerchant

14 DICEMBRE: TORNA IL PRIVALIA XMAS MARKET. ACQUISTI A FAVORE DI UNICEF

Privalia, l’outlet online di moda e lifestyle n. 1 in Italia, torna a Milano, a due passi del Duomo, al Palazzo Giureconsulti,  il 14 dicembre con il Temporary Store dedicato alla solidarietà, il cui ricavato sarà interamente devoluto a favore dell’UNICEF.

Il Privalia Xmas Market, aperto dalle 10 alle 20, è l’occasione giusta per pensare ai regali di Natale per tutta la famiglia e allo stesso tempo compiere una buona azione: accessori moda e capi d’abbigliamento per donna e uomo, prodotti dedicati al beauty, abbigliamento sportivo, una zona riservata anche ai più piccoli e alcuni pezzi di design per la casa, il tutto a prezzi davvero imbattibili e delle migliori marche. Inoltre, ad assistere i clienti saranno gli stessi dipendenti di Privalia, che per la giornata si trasformeranno in “shopping assistant”.

A Natale siamo tutti più buoni, per questo Privalia, dal 4 al 14 dicembre, lancia anche la staffetta solidale sui principali social media, invitando blogger, influencer, giornalisti, clienti e tutti coloro che vogliono partecipare a comporre un # con le dita, postare la foto sul proprio profilo social e pubblicarla utilizzando l’hashtag #Privalia4unicef.

Privalia darà il via alla staffetta, postando dal proprio profilo Instagram la prima foto e fornendo tutte indicazioni necessarie per partecipare all’attività solidale. Non finisce qui, sarà possibile nella giornata del 14 dicembre, presso il Xmas Market Privalia a Milano, creare la propria GIF animata in stile natalizio e condividerla sempre con l’#Privalia4Unicef.

Per ogni post Instagram con questo # e pubblicato nel periodo 4/14 dicembre, Privalia si impegnerà a donare all’UNICEF un ulteriore contributo.

 

Leggi tutto
AttualitàMerchant

CON UNA LIMITED EDITION DI GREMBIULI DEBUTTA LO SHOP ONLINE DI CHEF RUBIO

Credit Carla Rosado LOW

Lo Chef Rubio debutta nel mondo dell’e-commerce: è online da oggi sul sito ufficiale Chefrubio.it una nuova sezione per gli acquisti online.

Per il lancio, lo chef ha pensato a un’edizione limitata (solo 2000 pezzi) di un oggetto unico pensato per i suoi fan: un grembiule da cucina semplice, pratico, in color calce, con la riproduzione stampata dell’autografo originale di Chef Rubio e l’illustrazione creata per lui dal designer Filippo Protasoni, che iconizza con stile l’eclettica personalità dello Chef (costo 25 euro + spese di spedizione). Nei prossimi mesi l’e-shop si arricchirà di nuovi prodotti. L’intenzione è quella di poter creare una galleria di oggetti per la vendita che siano iconici e rappresentino la filosofia e i valori del marchio Chef Rubio: cucina, viaggi, impegno sociale, ironia e spirito goliardico.

Con questo nuovo progetto di merchandising, il brand Chef Rubio vuole consolidare e ampliare il legame con la numerosa community nazionale e internazionale per condividerne i valori di riferimento attraverso le opportunità di diffusione dell’online. La nuova sezione per gli acquisti sul sito di Rubio è realizzata e gestita in outsourcing dalla società Kynetos. Il layout grafico della piattaforma e-commerce è minimale, intuitivo e coordinato con l’immagine del sito chefrubio.it. La navigazione per il momento è mono-prodotto, ma successivamente si articolerà con più oggetti e/o categorie con relative schede e immagini per una navigazione rapida che consenta l’acquisto in pochi click. L’e-shop è attivo in Italia ma verrà presto esteso a molti paesi nel mondo.

(credit foto Carla Rosado)

Leggi tutto
FocusMerchant

L’IMPORTANZA DELLE EMOZIONI PER LA FIDELIZZAZIONE DEL CLIENTE: LA RICERCA CAPGEMINI

capgemini brand loyalty

Il Digital Transformation Institute di Capgemini ha pubblicato oggi un nuovo report, intitolato “Loyalty Deciphered— How Emotions Drive Genuine Engagement”, con lo scopo di comprendere quali sono i principali driver sottostanti alla fedeltà di marca. Dal report, al quale hanno partecipato oltre 9mila consumatori e 500 dirigenti aziendali, è emerso che le emozioni hanno l’impatto maggiore nell’indirizzare la fedeltà del consumatore. I rivenditori che riescono a promuovere la fidelizzazione tramite un maggior coinvolgimento emotivo della propria clientela, ottengono un beneficio potenziale in termini di business, ovvero la possibilità di incrementare i ricavi annuali fino al 5%.

 

Lo studio, inoltre, identifica una profonda divergenza di vedute tra dirigenti e clienti in merito all’efficacia delle azioni di coinvolgimento emotivo da parte delle aziende, con l’80% dei manager che ritiene che la propria organizzazione abbia compreso le necessità e i desideri degli acquirenti, in contrasto rispetto al solo 15% della clientela che si trova d’accordo con questa affermazione.

 

Le emozioni sono il driver principale della fedeltà del cliente

I tradizionali approcci utilizzati per fidelizzare il consumatore sono ormai insufficienti. Un precedente report, infatti, ha evidenziato che il 28% della clientela sta di fatto abbandonando i programmi fedeltà senza riscattare gli eventuali punti raccolti e oltre la metà (54%) degli iscritti ai programmi fedeltà è inattivo. Una delle ragioni fondamentali sta nel fatto che gli attuali programmi fedeltà cercano di comprare la fidelizzazione del cliente solamente grazie a ricompense monetarie.

Dal report pubblicato oggi si evince che le emozioni hanno la correlazione più elevata con la fedeltà di un consumatore rispetto a fattori razionali e valori del brand. Più in dettaglio, l’onestà e la fiducia sono le due caratteristiche che influenzano maggiormente la fedeltà dei consumatori. Tuttavia, è necessario trovare un equilibrio con i benefici razionali. I clienti con un elevato engagement emotivo continuano a ritenere che i fattori razionali e i valori del marchio siano importanti quando devono decidere a quali aziende essere fedeli.

 

Creare un coinvolgimento emotivo con i clienti offre diversi benefici ai rivenditori

Il report ha evidenziato che l’82% dei consumatori con un elevato coinvolgimento emotivo preferirà sempre acquistare prodotti del brand al quale ha espresso la propria fedeltà (contro il 38% dei clienti che hanno uno scarso engagement emotivo). Inoltre, l’81% della clientela con un forte coinvolgimento emotivo nei confronti di un marchio, non solo lo promuoverà con amici e parenti, ma sarà anche portato a spendere di più. Il report ha rivelato che il 70% dei consumatori con un elevato engagement emotivo spende fino a due volte di più per i prodotti dei brand con i quali sono fidelizzati.

 

I clienti coinvolti dal punto di vista emotivo restano fedeli al marchio che amano e diventano volontariamente brand ambassador presso familiari e amici. Questi vogliono che il brand sia coinvolto e che ricambi la loro fedeltà in un’interazione bilaterale (86%), ma desiderano anche essere attivi nel dare al brand qualcosa in cambio (81%). I consumatori, inoltre, vogliono delle esperienze di shopping diversificate sia online (75%) che negli store (73%).

 

Emiliano Rantucci, Head of Consumer Products & Retail di Capgemini Italia, ha affermato: “I clienti sono immuni ai programmi di fidelizzazione del passato basati sulle transazioni, quindi l’engagement con i consumatori da parte dei rivenditori al dettaglio deve trasformarsi, passando da una relazione basata sulle transazioni a un rapporto più emotivo e significativo. Tramite la decodifica delle possibili emozioni umane, i brand riusciranno ad avere una maggiore comprensione della clientela, cosa che porterà loro ad avere un coinvolgimento che si basa su radici ben profonde e una fidelizzazione di lungo termine. Nessun rivenditore può permettersi di ignorare questa realtà visto che la posta in gioco è un potenziale incremento dei ricavi
fino al 5%, con i competitor che possono sfruttare il debole legame emotivo di queste aziende con i propri acquirenti”.

 

Millennials e residenti in aree urbane guidano l’ascesa dei consumatori emotivamente coinvolti

Il report ha identificato un nuovo sottogruppo di consumatori, quelli con una forte connessione emotiva con i brand che utilizzano più frequentemente. Uomini e donne sono ugualmente rappresentati in questo gruppo, ma i millennial (58%, 18-36 anni) e i consumatori che risiedono nelle aree urbane (53%) costituiscono la percentuale maggiore. Tra i paesi presi in esame, l’Italia (65%) e il Brasile (57%) presentano i consumatori più coinvolti emotivamente. Seguono Stati Uniti (56%) e Spagna (51%).

 

Come creare un coinvolgimento emotivo

I retailer devono cambiare il modo in cui costruiscono le relazioni con i clienti in maniera da concentrarsi sulla creazione dell’engagement e di una fiducia condivisa, anziché focalizzarsi solamente sull’aspetto transazionale. Il report definisce quattro componenti chiave per guidare la fidelizzazzione che i rivenditori dovrebbero seguire per creare forti emozioni positive e, di conseguenza, ottenere un engagement più radicato e una maggiore fidelizzazione dei propri clienti:
Rispetto: portare a termine l’impegno preso promuovendo valori quali onestà, fiducia e integrità;
Reciprocità: costruire un rapporto bilaterale con i clienti;
Riconoscimento: sforzarsi di conoscere a fondo i propri acquirenti e comprendere cosa ritengono importante per creare delle esperienza significative;
Ricompensa: offrire ricompense tempestive e significative in grado di promuovere relazioni a lungo termine in cambio di fedeltà al brand.

Leggi tutto
AttualitàMerchant

CO.IND PORTA IL MEGLIO DEL CAFFÈ ONLINE CON SOCIAL FACTOR

CAPSULEHOUSE

Co.ind, tra le prime cinque torrefazioni italiane e leader nella produzione di caffè a marchio del distributore, ha lanciato capsulehouse.coffee, il suo primo eCommerce multimarca. A occuparsi di sviluppo e promozione online è Social Factor, la digital agency che da inizio 2017 collabora con Co.ind con l’obiettivo di incrementare la brand awareness e le vendite online di Meseta e Caffè Carracci.

Capsulehouse.coffee è stato progettato per garantire la massima soddisfazione degli utenti. Massima cura di user experience e user design permettono all’utente una navigazione intuitiva sin dal primo accesso, sia da mobile sia da desktop.

“Secondo le ultime statistiche l’eCommerce in Italia è cresciuto del 17% rispetto al 2016 e un terzo degli acquisti viene concluso via mobile. Il nostro è quindi un percorso naturale in linea con i tempi e le tendenze, per offrire sempre maggiore soddisfazione e qualità ai nostri clienti”, ha commentato Valentina Pareschi, eCommerce Specialist di Co.ind.

“Oggi non basta essere presenti online: c’è bisogno di essere propositivi e attivi, ascoltando quello che gli utenti desiderano in un dialogo costruttivo per entrambi. Siamo contenti dei risultati raggiunti e ora guardiamo a un 2018 ricco di novità, come lo sviluppo dei negozi in franchising Capsule House”, ha commentato Stefano Urso, Coffee Marketing Manager di Co.ind.

Social Factor, a supporto dell’operazione, si occuperà anche di Seo, Sem e social advertising, in stretto contatto con il management dell’azienda.

Leggi tutto
FocusMerchant

UNA CORSA AI REGALI SEMPRE PIÙ ECOMMERCE: L’ANALISI PER NATALE 2017 DI IDEALO

idealo natale digitale-min

Tra Black Friday e Cyber Monday (appuntamenti irrinunciabili ormai anche in Italia), tra sconti incredibili e iniziative speciali, la corsa ai regali di Natale è iniziata ormai da qualche settimana. E se già da qualche anno tutti i trend relativi all’argomento riguardano sempre più il digitale, quest’anno la tendenza si fa ancora più marcata. In generale cresce sempre più il numero dei consumatori che sceglie l’online per l’acquisto, a maggior ragione quando si tratta della maratona per lo shopping pre-natalizio: comprare tramite e-commerce rende gli acquisti meno stressanti, più comodi e, in molti casi, più economici. A sottolineare tutto ciò i dati idealo, che dipingono un “Natale Digitale” anche per i consumatori italiani.

 

Cresce l’interesse italiano per il Natale Digitale 2017

In Italia lo scorso anno l’interesse dei consumatori onine per gli acquisti natalizi è cresciuto del 56% rispetto al dicembre del 2015. idealo si aspetta un’ulteriore impennata dal Natale in arrivo, viste anche le previsioni fornite da Deloitte nella sua “Xmas Survey 2017”: a fronte di una media europea di 445 euro, l’Italia sarà il terzo mercato di spesa più alto in Europa (con 528 euro, contro i 506 del 2016), dietro a Spagna (con 632 euro) e UK (con 614 euro). Parlando di multi-canalità, secondo la ricerca il negozio fisico resterà predominante, per gli italiani più che per gli europei, ma si registrerà un’importante crescita del mondo online: sempre secondo la survey, la spesa online in Italia segnerà un +16% rispetto al 2016 (più del doppio della media europea).

 

Un consumatore medio diverso dal solito

In questo quadro di rapida crescita, il profilo del consumatore digitale natalizio tracciato da idealo mostra lievi differenze rispetto al solito. Pur restando al secondo posto rispetto agli utenti maschi (al 56,3%), cresce di anno in anno la percentuale di utenti donne (lo scorso dicembre al 43,6% rispetto ad una media intorno al 42%) e l’uso dello smartphone (dalla media del 47,3% ad una percentuale oltre il 50% nel mese di Natale) nelle intenzioni di acquisto manifestate prima delle feste.

 

Cosa portano Black Friday e Cyber Monday

Anche grazie ai risultati registrati dalle giornate per lo shopping “anticipato” rispetto alle festività, ovvero durante il Black Friday e il Cyber Monday, la tendenza all’acquisto “last minute” sembra più contenuta rispetto a qualche anno fa. Il periodo per i regali di Natale va ormai da metà novembre a poco prima delle feste. Secondo le stime, ci saranno comunque dei picchi di traffico per le ricerche dei regali perfetti nella prima e nella terza settimana di dicembre. idealo consiglia, soprattutto a chi non ha approfittato delle offerte di fine novembre, di prestare grande attenzione all’andamento dei prezzi grazie agli strumenti che un comparatore può mettere a disposizione.

 

La categorie più gettonate

Secondo le indagini del portale, le categorie di prodotto più gettonate per gli utenti italiani in vista del Natale 2017 saranno:

-Informatica ed elettronica di consumo (con particolare attenzione per gli immancabili smartphone, ma anche per TV, fotocamere, smartwatch, tablet e notebook);
-Gaming (giochi in scatola e “grandi classici”, insieme a videogame e console di gioco);
-Arredamento ed elettrodomestici per la casa (dai grandi elettrodomestici fino ai robot da cucina e alle telecamere di sorveglianza);
-Abbigliamento e scarpe (con focus sulle sneakers più alla moda);
-Salute, Bellezza & Benessere (in crescita per lo shopping online negli ultimi anni).

Alla luce di queste inclinazioni, la spesa per le festività natalizie nell’e-commerce si muoverà nel 2017 secondo due tendenze: una “classica“, con attenzione alle esigenze dei piccoli e ai prodotti da sempre più apprezzati (come quelli del mondo hi-tech); una “pratica“, orientata ai bisogni della vita di tutti i giorni, sia nella sfera domestica – dalla cucina, agli elettrodomestici, fino alla sicurezza – sia in quella personale – con prodotti per la cura di sé.

 

Dei dati incoraggianti

“I dati che abbiamo registrato rispetto al 2016 e le previsioni per il Natale in arrivo sono davvero incoraggianti per il mondo dello shopping online – commenta Fabio Plebani, Country Manager di idealo per l’Italia – I consumatori sono sempre più attratti non solo dai classici della tecnologia e del gioco, ma anche da prodotti pratici e funzionali che si possono comprare sul web risparmiando. Dal punto di vista del consumatore è quindi importante prestare la massima attenzione ai prezzi, soprattutto in questo che è uno dei periodi di acquisto più intensi dell’anno. Il nostro consiglio è quello di informarsi, mettere a confronto varie soluzioni e opportunità, ma anche sfruttare tutte le funzionalità che un comparatore come il nostro mette a disposizione, come il sistema di alert personalizzato, “prezzo ideale”, e il quadro che permette di conoscere l’andamento generale del prezzo di un prodotto nel tempo”.

Leggi tutto
AttualitàMerchant

BUYITALIANSTYLE.COM SBARCA NEL REGNO UNITO CON UNA PIATTAFORMA DEDICATA

BuyItalianStyle.com, con la sua duplice natura di commercio online e di franchising sul territorio italiano, si prepara a parlare inglese: dal gennaio 2018 partirà infatti la nuova piattaforma dell’e-commerce specificatamente pensata per il Regno Unito. Molti i prodotti pensati apposta per quel mercato: per il neonato, la premaman, e una particolare attenzione al corredino.

Per far conoscere meglio i prodotti di BuyItalianStyle sarà prevista la possibilità, superato un certo limite di spesa, di avere in regalo la spedizione. I clienti potranno scegliere in quale valuta pagare; inoltre i prodotti sono presentai accompagnati da frasi adatte al paese di riferimento, in modo da mantenere intatta la caratteristica principale che è quella di comunicare le emozioni e le sensazioni attraverso quello che viene indossato. Ovviamente sarà sempre prevista la possibilità di personalizzare gli articoli, rendendo così partecipe il cliente alla creazione del prodotto.

BuyItalianStyle è un eCommerce tutto italiano, nato dall’intuizione di due imprenditrici campane, Maria e Michela Lombardi. Figlie di imprenditori del settore della produzione di abbigliamento conto terzi, alcuni anni fa decisero di contribuire ad una forte innovazione dell’impresa, avviando un eCommerce con prodotti da loro pensati, disegnati e realizzati. Abbigliamento, magliette, corredini, cuscini, gadget, tutti caratterizzati da simpatia, possibilità di personalizzazione, grande qualità nella realizzazione. Con particolare specializzazione per bambini, premaman e giovani mamme, senza però trascurare la componente maschile della famniglia: papà, zii e nonni.

Un’idea che ha riscosso immediato consenso dal mercato, permettendo alle due fondatrici di ampliare lo staff fino a 40 persone e soprattutto di aprire 16 punti vendita in franchising, in continuo aumento: altre due aperture sono previste tra dicembre e gennaio.

Un successo che ha portato queste due giovani e coraggiose imprenditrici a rivolgersi anche al mercato estero, a partire dal Regno Unito: “Ma è solo il primo passo, siamo convinte che la simpatia e la qualità dei nostri prodotti possano essere accolte positivamente in molti altri mercati. Abbiamo le idee chiare e nel corso del 2018 certamente aggiungeremo altri paesi”, hanno dichiarato Michela e Maria Lombardi. “Ed intendiamo farlo mantenendo la nostra identità di PMI digitale italiana, con uno staff molto unito, con la nostra sede di Palma Campania, vicino Napoli, perché siamo certe che la creatività e la simpatia di questa terra sia anche l’anima vera della nostra azienda, prevalentemente costituita da giovani donne. Possiamo e vogliamo ancora crescere moltissimo con un modello di impresa che sappia coniugare sempre innovazione, tradizione e cuore”.

Leggi tutto