close

Pagamenti

Dal MondoPagamenti

ALIPAY E THE BICESTER VILLAGE SHOPPING COLLECTION ANNUNCIANO UNA PARTNERSHIP EUROPEA

Alipay, la più grande piattaforma di pagamento mobile al mondo gestita da Ant Financial Services Group, annuncia l’avvio di una partnership strategica con The Bicester Village Shopping Collection®, presente in Italia attraverso Fidenza Village con oltre 120 negozi.

Grazie all’accordo i turisti cinesi in arrivo nel Vecchio Continente potranno utilizzare l’app Alipay per effettuare acquisti in 160 boutique nei nove Villaggi presenti in Europa: entro giugno, il sistema di pagamento sarà accettato in 300 boutique.

Gli oltre 3 milioni di turisti cinesi in arrivo nel nostro paese, con una capacità di spesa superiore ai 3 miliardi di euro (dati ISTAT), potranno utilizzare la piattaforma Alipay e i servizi lifestyle collegati in ogni fase dell’esperienza di shopping, dalla partenza in Cina sino all’arrivo in negozio. Il wallet mobile diventa compagno ideale per tutta l’esperienza di viaggio e di shopping. La tecnologia di geolocalizzazione e le notifiche push consentono infatti agli utilizzatori di trovare la boutique preferita, scoprire promozioni su misura e chiedere assistenza nelle decisioni di acquisto, senza dimenticare che tutti gli utenti Alipay usufruiscono di tassi di cambio preferenziali.

“Alipay punta ad una piattaforma che consenta ai consumatori cinesi di viaggiare senza interruzioni a livello internazionale, e la partnership con The Bicester Village Shopping Collection® è un enorme passo avanti nella direzione dell’esperienza di vendita globale in tutta Europa. I visitatori cinesi potranno utilizzare la loro app Alipay in tutte le fasi della vacanza, per le prenotazioni, per lo shopping e per assaporare ogni aspetto del viaggio”, commenta Pamela Hsieh, responsabile marketing di Alipay EMEA. “Questo accordo porterà grandi vantaggi ai rivenditori presenti in ciascuno degli outlet di The Bicester Village Shopping Collection®, che potranno interagire in maniera più facile con il crescente numero di turisti cinesi in visita in Europa, garantendo loro continuità nell’esperienza di vendita e di pagamento cui sono abituati in patria”.

Alipay è disponibile per i pagamenti in negozi fisici e online in 18 paesi europei, mentre il servizio di tax-refund è supportato negli aeroporti di 23 paesi europei.

Leggi tutto
AttualitàPagamentiPiattaforme

GRUPPO TELEPASS SEMPLIFICA I PAGAMENTI CON TELEPASS PAY

illustrazioni-sito-small-copia

Si chiama Telepass Pay il nuovo un circuito di pagamento che integra tutti i servizi di mobilità del Gruppo Telepass mettendo al centro dei suoi servizi le persone e le loro necessità, per una maggiore libertà di movimento. Telepass Pay permette infatti di pagare tutti gli spostamenti con un’unica app, semplificando le esigenze di ogni giorno e garantendo quindi spostamenti fluidi oltre ogni ostacolo che si presenta nella routine quotidiana. Telepass Pay paga direttamente senza l’uso di contanti o carte integrando tutti i servizi legati al bisogno di mobilità non solo dei possessori di auto, ma di chiunque si muova.

Per questo motivo, la campagna di lancio, ideata da TBWA\Italia e pianificata su tv, radio, affissione, digital e social media, mette al centro uomini e donne durante le loro attività quotidiane più comuni: parcheggiare sulle strisce blu, fare benzina, prendere un taxi e uscire dall’autostrada. I nostri protagonisti si muovono liberamente sulla scena, senza barriere e senza far fatica sulle note del brano ‘Voglia d’infinito’ dei Selton, rivisitato in chiave Telepass. I servizi Telepass Pay si raccontano anche attraverso le illustrazioni di Jacopo Rosati che rappresentano i servizi mettendo sempre al centro i consumatori.

Leggi tutto
FocusPagamenti

IL CONSORZIO CBI PROMUOVE I VANTAGGI DI CBILL PER I PAGAMENTI DIGITALI

Si alza il sipario su “Non rimanere nel passato. Scopri il Rinascimento dei pagamenti”, la campagna di comunicazione del Consorzio Cbi, creato nel 2008 sotto l’egida dell’Associazione Bancaria Italiana-ABI, come think tank di innovazione per le banche italiane nel mercato dei servizi tradizionali, nata per sensibilizzare i cittadini italiani sui vantaggi legati al Servizio CBILL e alla diffusione dei pagamenti elettronici.

Il Roadshow CBILL 2018, che coinvolgerà 7 piazze italiane, partirà da Explora, il Museo dei bambini di Roma, in programma il 14 e il 15 aprile, dove le famiglie, giocando, si avvicineranno al mondo del digitale.

Un’enorme cornice stile rinascimentale, simbolo della nuova campagna sarà il pretesto per mettersi in gioco indossando gorgiere, parrucche e molto altro. Il coinvolgimento dei cittadini è il punto di partenza di questa attività: i visitatori verranno infatti invitati a scattarsi una fotografia all’interno della cornice 4×3 metri e a pubblicarla sui propri profili social con hashtag #nonrimanerenelpassato.

Durante le varie tappe verranno illustrati i vantaggi del Servizio CBILL per la consultazione e il pagamento dei bollettini e degli avvisi di pagamento pagoPA, quindi utenze, ticket sanitari, multe, tasse ed altro ancora, in modalità multibanca e multicanale. Risparmio di tempo e denaro, semplicità, sicurezza e velocità nella consultazione e pagamento attraverso l’internet banking di oltre 430 banche italiane ed anche mobile banking, ATM e sportello bancario.

Il Servizio CBILL, attivo da due anni, consente già di pagare i bollettini di più di 170 aziende private e, attraverso il sistema pagoPA, circa 12.000 Pubbliche Amministrazioni. In due anni CBILL è stato scelto per effettuare oltre 8,5 milioni di pagamenti per un controvalore di circa 2,5 miliardi di euro.

Il Servizio CBILL favorisce altresì la riduzione nell’uso del contante e, pertanto, supporta anche gli obiettivi più generali di riposizionamento dell’Italia nella media europea nell’utilizzo di strumenti alternativi al contante stesso, che si auspica avvenga in tempi brevi considerando il trend positivo nell’adozione dei pagamenti cashless evidenziato nell’ultimo rapporto “Cashless Society” di The European House-Ambrosetti (+5,4% CAGR del valore delle transazioni con carta nel periodo 2008-2016), sebbene l’Italia nel 2016 sia ancora quartultima in Europa per numero di transazioni pro capite con carte di pagamento.

Leggi tutto
AttualitàPagamenti

PAYPAL E CARREFOUR ITALIA, ACCORDO PER I PAGAMENTI ONLINE

FedericoZambelliHosmer_Alta

PayPal e Carrefour Italia rivoluzionano il mondo del grocery. A partire da oggi, infatti, tutti i consumatori italiani che non vorranno più fare lunghe code alla cassa o cercare la collocazione esatta del loro prodotto preferito all’interno del negozio, potranno semplicemente visitare il sito di Carrefour.it, selezionare i prodotti preferiti, scegliere se riceverli a casa o ritirarli di persona e pagare utilizzando il proprio conto PayPal. Tutto questo a seguito di un accordo tra l’azienda leader a livello globale in servizi e soluzioni per i pagamenti digitali, e l’insegna della grande distribuzione: una partnership strategica che per la prima volta in Italia vede un big della GDO affidarsi a PayPal per sostenere i propri progetti online.

“In un momento in cui i più grandi player nazionali e internazionali stanno guardando con grande attenzione al trend in crescita dell’acquisto di alimenti freschi tramite e-commerce, la pertnership che stiamo annunciando è un ulteriore segnale dell’impegno di PayPal nel rispondere alle esigenze degli utenti”, ha commentato Federico Zambelli Hosmer (nella foto), general manager per l’Italia di PayPal. “Uno dei nostri principali obiettivi consiste nel permettere a clienti e partner di ridurre la distanza tra l’utente e il servizio di cui ha bisogno. In quest’ottica, l’ambiente del grocery rappresenta la nuova frontiera di un universo nel quale i pagamenti digitali e le soluzioni proposte da PayPal possano contribuire in maniera significativa a semplificare il quotidiano di ognuno di noi”.

L’accordo, che per la prima volta consente agli utenti PayPal italiani di effettuare la spesa quotidiana online, permetterà così a chiunque di connettersi al sito italiano del gruppo francese e, dopo aver creato il proprio profilo all’interno del portale, la persona sarà libera di scegliere i propri prodotti preferiti, avendo a disposizione anche numerose offerte di acquisto sulle merci elencate.

Una volta riempito il carrello virtuale, l’utente, che a questo punto avrà già scelto collocazione geografica e servizio di consegna o di ritiro, potrà pagare, semplicemente e con meno stress, utilizzando il proprio conto PayPal in maniera sicura e veloce, accedendo con la propria username e password.

Una semplificazione digitale, questa, che permetterà a tutti i residenti nelle 18 regioni italiane, dove sono presenti i 1.071 punti vendita Carrefour, di ottimizzare tempi e spostamenti riducendo in maniera sensibile lo stress causato dal fare la spesa quotidiana e, allo stesso tempo, rifornendo la propria cucina, e non solo, delle migliori categorie merceologiche presenti sul mercato senza mai muoversi da casa.

“Siamo lieti di inserire PayPal tra le modalità di pagamento della spesa online di Carrefour Italia”, ha dichiarato Julian Saez, direttore Amministrazione, Finanza e Controllo di Carrefour Italia. “Questa partnership faciliterà i nostri clienti e rappresenta un vero passo avanti verso una modalità di spesa più digitale, smart e rapida, in linea con le nostre priorità strategiche”.

Nata con l’obiettivo di proteggere e offrire il miglior servizio possibile agli utenti finali questa partnership rafforza la presenza di PayPal nel mondo del grocery italiano, aiutando ad aumentare le opportunità di acquisto dei consumatori digitali del nostro Paese  e consentendo agli 6 milioni di utenti PayPal attivi in Italia di spaziare dal fashion al travel, dagli accessori al food, fino all’acquisto di alimenti freschi di prima qualità.

 

Leggi tutto
AttualitàPagamenti

HEIDELPAY È IL FORNITORE DI SERVIZI DI E-PAY FULL-SERVICE DI SPORTLER

Heidelpay, prestatore di Servizi di Pagamento (PSP) leader di settore arrivato l’anno scorso in Italia grazie al digital solutions provider Intergic, continua ad ampliare il proprio raggio d’azione acquisendo nuovi clienti. Ultima da un punto di vista cronologico è l’integrazione con Sportler, azienda di commercio al dettaglio di articoli sportivi.

Il gruppo di Bolzano del settore sporting goods conta oggi circa 600 collaboratori, 22 store in Italia e Austria e un rinnovato shop online: www.sportler.com. Punta su un’alta qualità nell’offerta nei settori Outdoor Alpine, Snow, Fitness, Bike e Running.

L’integrazione con la suite di heidelpay permette a sportler.com di gestire in tranquillità e sicurezza totale il flusso completo dei pagamenti elettronici: contratti di accettazione, collecting, integrazione, elaborazione dei pagamenti, report e analisi.

Heidelpay, fondata dal ceo Mirko Hüllemann quattordici anni fa, è un fornitore di servizi di pagamento full-service – sia sul fronte collecting sia acquirer – che riveste un ruolo fondamentale nella soluzione dei problemi dei cross border payment, grazie a una piattaforma di strumenti estremamente completa, che coniuga la perfezione tedesca alla semplicità di utilizzo e alla flessibilità. Le soluzioni modulari, completamente scalabili, di heidelpay sono già utilizzate da oltre 16.000 rivenditori online e gestori di mercato a livello nazionale e internazionale. Forte dei suoi oltre 200 metodi di pagamento online nazionali e internazionali autorizzati e integrato con più di 50 piattaforme di e-commerce, senza richiedere implementazioni e installazioni onerose e complicate, il PSP amplia il proprio raggio d’azione anche in Italia.

“Il settore dei pagamenti elettronici è in forte evoluzione e siamo orgogliosi di poter proporre ai player italiani una soluzione sicura, completa e trasparente per gestire le transazioni degli oltre 18 milioni di e-shopper tricolori”, afferma Marino Casucci, fondatore & ceo di Intergic (nella foto). “L’automazione dei processi e la gestione lineare del business ci permettono di contribuire concretamente all’aumento della redditività di retailer e merchant, semplificando il loro lavoro”.

“La semplificazione dei processi legati ai pagamenti digitali è un tassello molto importante della nostra strategia di marketing”, sottolinea Tomas Oberkalmsteiner, direttore eCommerce di Sportler. “È la chiave di volta per garantire un’esperienza coinvolgente ai nostri consumatori online”.

Leggi tutto
AttualitàPagamenti

CON TINABA SI PAGANO ANCHE I TAXI. ACCORDO CON L’UNIONE DEI RADIORAXI D’ITALIA

Da oggi per pagare i taxi basterà il proprio smartphone. Tinaba, la app per trasferire, condividere e aggregare il denaro senza costi di commissione, sta attivando il pagamento sugli oltre 8 mila taxi delle Cooperative che aderiscono a U.R.I. – Unione dei Radiotaxi d’Italia, la più grande unione di taxi del Paese. Le prime due città in cui il servizio è attivo sono Milano e Roma, con più di 5 mila vetture.

Grazie all’accordo con URI, Tinaba diventa il più diffuso sistema di pagamento digitale per le auto bianche in Italia.

I primi ad aver introdotto il servizio sono i 3.700 taxi di Roma aderenti a Radiotaxi 06-3570 e le 1.300 vetture della milanese Radiotaxi 02-6969. Entro il 10 aprile 2018 le due compagnie completeranno l’attivazione di Tinaba sulle rispettive flotte di taxi.

Entro i prossimi mesi, poi, il pagamento tramite Tinaba sarà disponibile anche sui taxi aderenti a U.R.I. in più di 40 città d’Italia, tra cui Bologna, Firenze, Genova, Brescia, Trieste e Palermo.

A bordo di tutte le vetture aderenti sarà presente una targhetta con QR Code per effettuare il pagamento della corsa con un semplice e veloce gesto sul proprio smartphone. Basterà inquadrare il QR code e inserire la cifra dovuta al tassista: il pagamento sarà eseguito all’istante e l’autista riceverà in tempo reale la conferma dell’avvenuto pagamento da parte del passeggero, il tutto senza costi per entrambi.

La possibilità di pagare la corsa in taxi con Tinaba, offre agli utenti numerose nuove forme di fruire del servizio taxi: ad esempio, grazie alla funzione “Conto condiviso” si potrà dividere la spesa del viaggio direttamente con la app, oppure si potrà pagare la corsa “a distanza”, ad esempio tra genitori e figli. Il tutto istantaneamente e senza costi di commissione.

Leggi tutto
AttualitàPagamenti

SAMSUNG PAY ARRIVA IN ITALIA: DOPO APPLE E AMAZON, CRESCE IL MOBILE PROXIMITY PAYMENT

Come anticipato un anno fa dal Presidente di Samsung Electronics Italia, Carlo Barlocco, a circa 10 mesi dal lancio di Apple Pay in Italia, ecco che arriva anche Samsung Pay. L’Italia è la 22° nazione in cui il servizio sarà attivo, la 6° in Europa.

“Ed è proprio ad Apple Pay che Samsung Pay lancia la sfida sul mercato pagamenti”, commentano Ivano Asaro e Valeria Portale, Osservatorio Mobile Payment & Commerce, Politecnico di Milano. “Apple ha optato per il lancio a maggio 2017 con tre attori – Unicredit, Carrefour Banca e Boon – per poi andare ad aggiungere progressivamente gli altri (Banca Mediolanum, American Express, Widiba, Edenred, N26, Nexi, CartaBCC di Iccrea Banca, HYPE, Buddybank, Allianz e Bunq). Samsung a marzo 2018 ha scelto fin da subito di partire con tutte le principali banche italiane: Banca Mediolanum, BNL, CheBanca!, Hello Bank!, Intesa Sanpaolo, Nexi e Unicredit“.

Unicredit, Banca Mediolanum e Nexi hanno deciso di offrire ai propri clienti entrambe le soluzioni; Intesa Sanpaolo, BNL o CheBanca! hanno invece scelto di salire a bordo solo di Samsung Pay (almeno per ora).

“Tale scelta è conseguenza anche del modello di business dei due giganti: se Apple chiede alle banche associate una fee % per ogni transazione (inferiore allo 0,15%), Samsung propone un modello di partnership, senza retrocessione economica di una fee”, aggiungono i  due rappresentanti dell’Osservatorio. “Oltre alle soluzioni device-based dei due produttori di smartphone, compatibili solo con alcuni modelli di device, alcuni gruppi finanziari (Intesa Sanpaolo, Unicredit, Nexi, MPS, BNL ed Hello Bank!) hanno investito anche nelle soluzioni proprietarie (dette cloud-based e basate su HCE) che consentono di estendere il servizio anche ai possessori di altri device (in genere Android)”.

Per utilizzare Samsung Pay è necessario essere in possesso di uno smartphone Samsung compatibile (per ora: Galaxy Note 8, S8 e S8+, A8, S7 e S7edge, Galaxy A5 2016-2017 e tra qualche settimana anche sugli S9 ed S9+) e una carta di pagamento appartenente ai circuiti bancari abilitati. Una volta attivato il servizio (pochi minuti per l’attivazione), il pagamento è semplicissimo: basta far scorrere il dito dal basso verso l’alto sul display dello smartphone e avvicinare il telefono al POS dopo aver autorizzato la transazione con la scansione della propria impronta digitale o dell’iride (o l’inserimento di un PIN).

A differenza degli altri servizi di questo tipo, che utilizzano la tecnologia NFC (Near Field Communication) per effettuare pagamenti contactless, Samsung affianca a questo sistema anche il metodo che sfrutta la MST (Magnetic Secure Transmission) che consente di pagare su tutti i POS in circolazione, senza doversi preoccupare del fatto che siano contactless. All’interno del Wallet, inoltre, gli utenti possono virtualizzare le carte fedeltà di alcuni esercenti e accedere a una sezione “coupon” dalla quale possono usufruire di sconti dedicati.

“Il lancio di Samsung Pay arriva in Italia dopo un anno, il 2017, in cui si sono registrati i primi numeri significativi del Mobile Proximity Payment, ossia dei pagamenti effettuati in negozio attraverso lo smartphone”. concludono Asaro e Portale. “Sono stati transati infatti oltre 70 milioni di euro tramite smartphone all’interno dei negozi, in netta crescita rispetto ai 10 milioni scarsi del 2016, da circa 500.000 utenti che hanno pagato almeno una volta con un servizio di Mobile Proximity Payment. La sensazione è che sia l’inizio di una crescita esponenziale. Tra le componenti che hanno contribuito a questa crescita c’è certamente l’arrivo di Apple Pay e della sua portata mediatica. Samsung ha l’opportunità di dare un’ulteriore accelerata al settore, forte anche del 35% degli utenti smartphone che possiede uno dei suoi device: numeri più che interessanti per giocare un’ottima partita”.

Leggi tutto
AttualitàPagamenti

TROVAGOMME RIVOLUZIONA IN L’ESPERIENZA D’ACQUISTO CON AMAZONPAY

logo

 

Da oggi sulla piattaforma TrovaGomme è attiva la possibilità di  pagamento tramite AmazonPay. Per semplificare ulteriormente le  modalità di pagamento, TrovaGomme consente alla propria clientela di utilizzare le credenziali di accesso del proprio account Amazon per  portare a termine l’acquisto. Non sarà dunque più necessario  l’inserimento di nuovi dati di accesso o la creazione di nuove password per gli acquisti sul sito web TrovaGomme. Con questa novità, le  transazioni saranno ancora più rapide, senza però dimenticare la  sicurezza del sistema di pagamento, che avviene rigorosamente tramite  un server sicuro, nel rispetto della fiducia che la clientela ripone in TrovaGomme.

“L’efficienza del proprio e-commerce si misura anche sulla velocità e sulla facilità degli strumenti di pagamento” afferma Matteo Russo,Project Manager di TrovaGomme, e ricorda che la sicurezza e  l’immediatezza della transazione sono ciò che permette di fare la  differenza online. Da sempre TrovaGomme investe in soluzioni d’avanguardia, e la fase di  pagamento non è mai stata trascurata. Da oggi, TrovaGomme rivoluziona in  toto l’esperienza d’acquisto, regalandole, per primo nel settore della  vendita on line di pneumatici in Italia, ma anche in Francia e Spagna,  proprio la stessa velocità e sicurezza che gli utenti si aspettano dai  prodotti che si apprestano a comprare.

Leggi tutto
MerchantPagamentiPiattaforme

AGLI UTENTI THE FORK LA POSSIBILITA’ DI OTTENERE PUNTI AVIOS

avios

The Fork sigla una nuova alleanza con la valuta di viaggio globale Avios: la collaborazione offre ai membri dei programmi fedeltà di alcune compagnie aeree (tra cui British Airways Executive Club, Iberia Plus, Vueling Club e AerClub di Aer Lingus) l’opportunità di ottenere punti Avios quando effettuano prenotazioni tramite i siti cobrandizzati con TheFork. Gli Avios possono essere utilizzati per prenotazioni di voli, hotel e noleggio auto. Gli utenti The Fork, per raccogliere Avios, dovranno semplicemente scegliere e prenotare per almeno due persone il ristorante attraverso il sito web del programma fedeltà della compagnia aerea, inserendo il proprio numero d’iscrizione. Dopo l’esperienza gastronomica riceveranno 250 Avios.

Mark Moran, Head of Global Partnerships di TheFork, commenta: “TheFork permette agli utenti di trovare il ristorante giusto per ogni occasione. Siamo felici di lavorare con Avios per far vivere ai loro clienti eccezionali esperienze gastronomiche in tutto il mondo”.

Marc Guiomar, responsabile dei mercati di Europa, Africa, Medio Oriente e Asia presso Avios, aggiunge: “Siamo convinti che i membri italiani del programma Avios riconoscano il valore di questa partnership con un leader mondiale della gastronomia. Il cibo evoca sempre ricordi e sapori dei luoghi visitati, quindi sarà sicuramente molto apprezzata dai viaggiatori Avios. È un altro ottimo modo per raccogliere Avios sia a casa sia in viaggio”.

Oltre a raccogliere Avios prenotando voli con British Airways, Iberia, Vueling, Air Italy e Aer Lingus, i clienti possono accumularne facendo acquisti presso Partner del settore viaggi quali Accor, Marriott, Trenitalia, Agoda, Maggiore, Pronto Taxi Roma e Radio Taxi Milan. Inoltre si ottengono punti anche utilizzando carte di credito delle compagnie aeree; facendo shopping presso Fidenza Village, Auchan e Simply – come parte del programma LaTua! Card; comprando articoli online sull’Avios eStore che offre prodotti di oltre 200 noti marchi tra cui Apple, ASOS e Nike Store.

Leggi tutto
AttualitàPagamenti

AUCHAN ITALIA LANCIA AUCHANSPEEDY, LA SOLUZIONE DI PAGAMENTO IN APP

Auchan Retail Italia, in collaborazione con Mastercard, lancia AuchanSpeedy: il primo servizio nel panorama della distribuzione italiana che permette di saltare del tutto il passaggio in cassa. Attraverso l’uso di una app su smartphone, è possibile scansionare i prodotti e acquistarli con una delle carte di pagamento registrate nel proprio wallet digitale attraverso Masterpass, la soluzione che velocizza il processo di pagamento finale, sempre sicuro, facile e veloce, sviluppata da Mastercard che da anni è impegnata nell’innovazione dei pagamenti digitali in tutto il mondo.
Il servizio, fruibile dai possessori de LaTua!Card (il programma fedeltà di Auchan Retail Italia), si aggiunge agli attuali sistemi di cassa tradizionale e self, per dare ai clienti più soluzioni di pagamento.
Inoltre, garantisce un’esperienza di acquisto semplice e sicura, attraverso la totale integrazione con i sistemi di vendita e di cassa, e grazie ad un sofisticato back-end che consente il controllo sull’acquisto di prodotti non vendibili ai clienti di età inferiore ai 18 anni.

Il servizio è attivo nei punti vendita di ultra prossimità MyAuchan a Milano, in Corso San Gottardo, e nel supermercato Auchan di via San Bartolomeo a Brescia. I due punti vendita sono l’espressione della strategia multiformato e multiservizio del gruppo, con l’obiettivo di ampliare la gamma di servizi moderni AuchanSpeedy sarà attivato in un totale di 50 punti vendita entro la fine del 2018.

L’evoluzione digitale avviata dall’azienda ha visto anche la nascita del servizio di eCommerce, dedicato al mondo dei giocattoli a livello nazionale e all’alimentare nell’area milanese e di Piacenza.

Leggi tutto