close

Pagamenti

FocusPagamenti

ALL’AEROPORTO DI MILANO BERGAMO LA SOSTA PRESSO VIAMILANO PARKING SI PAGA CON JIFFY

bg

Dal 12 luglio, la sosta presso i parcheggi P2 e P3 dello scalo aeroportuale di Milano Bergamo, gestiti da ViaMilano Parking, si può pagare utilizzando lo smartphone, grazie al servizio Jiffy reso disponibile da UBI Banca e SIA. Con Jiffy è possibile accedere al parcheggio attraverso la lettura della targa del proprio autoveicolo tramite telecamere, e al momento dell’uscita pagare la sosta via smartphone. Si tratta di un’operazione facile e veloce: dopo aver attivato Jiffy, occorre registrarsi sul sito di SEA (http://www.viamilanoparking.eu/it) e inserire la targa che verrà associata al numero di cellulare.

Jiffy, lanciato da UBI Banca e SIA sin dal 2014 per trasferire denaro in tempo reale tra privati, è oggi un sistema di pagamento digitale alternativo al contante e complementare agli strumenti più tradizionali, come le carte di credito.
Utilizzando Jiffy, il cliente del parcheggio gestito da ViaMilano Parking può effettuare un pagamento in pochi semplici passaggi, con addebito diretto sul proprio conto corrente o sulla propria carta con IBAN.

Non è quindi necessario recarsi alle casse per il pagamento che, grazie all’utilizzo dello smartphone, avviene in modo semplice e immediato. La transazione, pur essendo veloce, avviene in ambiente bancario sicuro, protetto da credenziali di accesso. Con questa iniziativa ViaMilano Parking, Gruppo SEA, conferma il proprio impegno a offrire ai suoi clienti soluzioni che semplificano la fruizione dei servizi nelle aerostazioni.

Il pagamento via smartphone della sosta ai parcheggi aeroportuali gestiti da ViaMilano Parking all’aeroporto di Milano Bergamo, i primi ad offrire questa possibilità in Italia, si colloca nell’evoluzione generale dei cashless payment.
A livello nazionale, i volumi delle transazioni con carta di debito e credito hanno mostrato nel biennio 2016‐2017 un trend di crescita di circa il 50% (attestandosi a 46 MLD € per il 2017) e le transazioni digitali via smartphone sono aumentate del 60% (raggiungendo a fine 2017 6,7 MLD € complessivi).

Leggi tutto
Pagamenti

AMERICAN EXPRESS E PAGOPA INSIEME PER I PAGAMENTI VERSO LA PA

nuovo_logo-PagoPA

Da oggi i titolari di Carta American Express potranno effettuare i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione con PagoPA

 

Al via i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione con Carta American Express grazie a PagoPA, il sistema per eseguire pagamenti verso la PA in modo più semplice, sicuro e trasparente. PagoPA nasce per dare la possibilità ai cittadini e alle imprese di effettuare pagamenti in modalità elettronica a favore della Pubblica Amministrazione e dei gestori di pubblici servizi come ad esempio rette per asili, scuole, Università, quote associative, mense, ASL, ma anche tributi, utenze, bolli e qualsiasi altro tipo di pagamento verso le Pubbliche Amministrazioni centrali e locali. Il progetto si inserisce nel contesto dell’agenda digitale nazionale che ha come obiettivo la semplificazione delle procedure della Pubblica Amministrazione, col fine di favorire l’implementazione e la realizzazione di servizi online per i cittadini e le imprese, in tutta sicurezza e trasparenza. American Express si inserisce nelle categorie di operatori abilitati ai servizi di pagamento con Carta nella piattaforma PagoPA.

“American Express ha abbracciato con favore il progetto PagoPA, in linea con gli obiettivi dell’Agenda Digitale Italiana a favore dello sviluppo delle tecnologie, dell’innovazione e dell’economia digitale. Una soluzione innovativa in grado di ottimizzare ed agevolare i pagamenti, semplificando l’esperienza del cittadino, avvicinandolo al mondo digitale in tutta trasparenza e sicurezza”, dichiara Piotr Pogorzelski, Vice President & General Manager Global Merchant Services di American Express Italia.

 

 

Leggi tutto
AttualitàPagamenti

MASTERCARD E THE EUROPEAN HOUSE – AMBROSETTI: LA CARTA DI CREDITO IN AMBITO BUSINESS E PMI

Mastercard, in collaborazione con The European House – Ambrosetti presentano la prima indagine ad hoc sulle abitudini di pagamento, la percezione e le aspettative sugli strumenti cashless presso gli operatori commerciali in Italia. L’analisi permette di approfondire le abitudini e le esigenze nei confronti degli strumenti di pagamento elettronici nel canale B2B, un segmento ancora poco presidiato su questi temi.

Lo studio ha preso in esame un campione di 300 operatori tra professionisti, esercenti e PMI (sotto i 100 dipendenti); i settori maggiormente rappresentati nel campione sono stati quelli della distribuzione al dettaglio (23%), gli studi professionali (12%), settore delle costruzioni (10%) e la distribuzione all’ingrosso (9%). A livello geografico, il 39% dei rispondenti opera nel Nord Italia, il 24% nel Centro e il 37% al Sud e Isole.

Il valore delle transazioni con carta, in Italia, è in costante aumento e l’introduzione della tecnologia contactless, ha contribuito alla crescita di questi volumi, con un’ulteriore accelerazione nel periodo 2013-2016 (+11% CAGR).
Secondo i dati emersi dalla ricerca, nel segmento commercial italiano, in media, le carte sono lo strumento di pagamento più utilizzato dopo i contanti e gli assegni: 1 transazione su 5 viene effettuata tramite carta (24% del valore delle transazioni in entrata e 22% di quelle in uscita).
La carta, viene apprezzata dagli operatori business come metodo di pagamento, soprattutto per la velocità, la sicurezza e l’efficienza. La velocità offerta dalla carta è indicata come il primo vantaggio da più della metà dei rispondenti, perché consente di accelerare le attività di incasso, riduce le code alla cassa e i tempi di attesa dei clienti e racchiude anche vantaggi tecnologici – come le carte contactless e i wallet virtuali.

Dal punto di vista della sicurezza, l’uso delle carte è molto apprezzato dagli operatori commercial, non solo perché espone a minori rischi di furti, rapine e truffe, ma anche perché assicura lo stesso livello di sicurezza dell’incasso garantito dal contante.
L’efficienza fornita dal pagamento tramite carta, è considerata dai rispondenti, soprattutto professionisti e PMI, come un fattore positivo in termini di minori costi di gestione, possibilità di fidelizzare il cliente e personalizzare il servizio offerto e di effettuare pagamenti in mobilità.

Secondo la ricerca, più di un terzo degli operatori commerciali si avvale della propria carta personale per effettuare transazioni business, con quote molto elevate soprattutto tra i liberi professionisti (41%) ed esercenti (36%). Inoltre, per quasi la metà degli operatori le carte business corrispondono a meno di un quarto del transato (52% dei rispondenti nel segmento delle PMI). Alla base del mancato o limitato utilizzo della carta business, vengono indicate non solo una scarsa percezione di valore aggiunto associato a questo tipo di prodotto, ma anche un atteggiamento poco proattivo da parte dell’interlocutore bancario nel proporre questo tipo di servizio.

Alcuni fattori frenano ancora la penetrazione delle carte di pagamento nel segmento commercial. In particolare, esercenti e PMI lamentano problemi di efficienza dell’infrastruttura, indicando come ostacolo primario all’accettazione l’inadeguata copertura della banda larga/ultra larga (47% del campione totale e il 56% degli esercenti con riferimento agli incassi) e un terzo di questi percepisce una barriera nel canale online.

Leggi tutto
FocusPagamenti

L’eCOMMERCE IN ITALIA CRESCE E CRESCONO ANCHE LE FRODI ONLINE: COME PROTEGGERSI AL MEGLIO?

Alla fine del 2017 l’eCommerce in Europa valeva 602 miliardi di Euro con un aumento pari al 14% rispetto al 2016, come da rapporto divulgato da eCommerce Foundation. Da grandi risultati derivano grandi responsabilità: l’incremento di transazioni online che si è verificato e che continua a verificarsi, era ed è infatti accompagnato da un crescente rischio frodi che i retailer dovranno fronteggiare con sempre maggiore abilità. Nel 2017 infatti le attività fraudolente online hanno causato ai merchant europei una perdita compresa tra lo 0.3% e il 3% del totale ricavi per un valore complessivo di 15.3 miliardi di Euro. La strategia e gli strumenti messi in piedi a protezione da attività di tale natura diventano dunque sempre più cruciali per le aziende.

HiPay Sentinel
A partire dal 2014 HiPay supporta i merchant nella lotta alle frodi con una tecnologia pensata ad hoc. Proprio in quell’anno viene infatti introdotto sul mercato il Fraud Protection Service, primo modulo della piattaforma HiPay interamente dedicato alla gestione delle frodi online. Punto di partenza nello sviluppo di tale sistema è la considerazione che ogni business ha caratteristiche ed esigenze specifiche anche per quanto attiene la lotta contro le frodi. Il sistema analizza 80 diverse tipologie di parametri delle transazioni, oltre a quelli relativi a ciascun merchant. A inizio del 2018 viene presentato HiPay Sentinel, una soluzione sempre più completa grazie all’introduzione di nuove features che consentono ai merchant di meglio ottimizzare la user experience dei loro clienti. Oltre alle funzioni già esistenti del Fraud Protection Service, si sono aggiunte due principali innovazioni.

La possibilità di combinare più parametri in un unico filtro grazie al quale i merchant sono in grado di creare regole che combinano fino a quattro criteri differenti. Questa nuova funzione permette di perfezionare l’analisi del rischio delle transazioni.

Un sistema di Intelligenza Artificiale per la valutazione più efficace delle transazioni “pendenti”, transazioni che altrimenti dovrebbero essere esaminate manualmente dai merchant.

Smart Decision : utilizzare l’Intelligenza Artificiale per combattere le frodi
Il modulo di punteggio rappresenta un filtro di primo livello, ma alcune transazioni necessitano di un’analisi più approfondita. Ciò significa eseguire revisioni manuali che richiedono sia competenze sia risorse che i merchant non necessariamente hanno a disposizione. Si tratta di un processo a volte lungo, che potrebbe intaccare la user experience e mettere in attesa i pagamenti, fino a 17 ore. Parte di HiPay Sentinel, Smart Decision, strumento di analisi automatico e autodidatta, riduce il tempo da dedicare alla revisione e consente ai retailer di essere più reattivi nella gestione delle transazioni ad alto rischio.

Leggi tutto
Dal MondoPagamenti

PLANET RIUNISCE LE AREE DI BUSINESS DEL GRUPPO FINTRAX PER MIGLIORARE LE ESPERIENZE DI PAGAMENTO

In un mercato sempre più globalizzato, offrire sistemi di pagamento in grado di soddisfare le esigenze in continua evoluzione di una clientela internazionale rappresenta un asset fondamentale per la crescita del business di aziende in tutto il mondo.

In questo contesto, il Gruppo Fintrax, leader nell’elaborazione di pagamenti digitali multi valuta, ha riunito le sue diverse aree di business sotto un’unica identità di marchio, con una visione unitaria e una strategia di sviluppo di lungo periodo, per offrire a merchant e retailer innovative soluzioni di pagamento sempre più integrate e semplificate.

Con il rebranding Planet integra e rafforza sotto un unico marchio le diverse attività del Gruppo nel contesto dell’ambiziosa strategia di sviluppo culminata con le acquisizioni nel corso del 2017 di importanti realtà del settore quali Planet Payment, società americana leader nei servizi di elaborazione di pagamenti internazionali e multi-valuta e la britannica GB TaxFree .

“L’unione delle nostre molteplici attività in un’unica identità di marchio rappresenta un’importante opportunità per rafforzare ulteriormente la nostra offerta verso i business partner. Una visione e una strategia aziendale unificate sono per noi l’inizio di una nuova fase di crescita, grazie alla quale ci proponiamo di trasformare il modo in cui rivenditori, i marchi e i partner finanziari potranno migliorare l’esperienza di pagamento dei turisti internazionali”, ha spiegato Patrick Waldron, CEO di Planet.

Le attività di Planet includono la gestione completa delle procedure di rimborso iva per i turisti extra UE (business unit Premier Tax Free), il servizio DCC – Dynamic Currency Conversion, che consente ai viaggiatori internazionali di fare acquisti nella propria valuta al momento del pagamento in ogni parte del mondo, e la gestione integrata di micro-pagamenti digitali realizzati tramite applicazioni mobile.

Non solo tecnologia e gestione dei pagamenti, l’expertise di Planet si estende anche ai servizi di business intelligence e di consulenza. Grazie all’analisi dei dati acquisiti attraverso le proprie piattaforme di pagamento integrate, Planet fornisce ai brand informazioni dettagliate sulle tendenze del mercato, i profili e i comportamenti degli acquirenti internazionali. Ciò consente di comprendere meglio le esigenze dei propri clienti internazionali e adattare le proprie strategie di vendita anticipando i trend futuri.

“Grazie alla nuova direzione che ha visto Premier Tax Free diventare parte del nuovo brand Planet, siamo entusiasti di poter offrire anche in Italia sia a clienti consolidati che ai nuovi brand partner, nuove aree di expertise nell’ambito dei pagamenti internazionali. Da oggi siamo in grado di offrire loro un servizio sempre più integrato e potenziare ulteriormente il nostro ruolo di consulenti a 360°, dalla gestione dei processi di pagamento a quella del tax free, attraverso servizi di business intelligence e di consulenza per migliorare la customer experience” conclude Sara Bernabè, Country Manager Italia di Planet

Leggi tutto
AttualitàPagamenti

JIFFY SUPERA I 5 MILIONI DI UTENTI IN ITALIA

Jiffy SIA_1

Jiffy, il servizio sviluppato da SIA per pagare, inviare e ricevere denaro in tempo reale dallo smartphone utilizzando il numero di cellulare, ha superato i 5 milioni di utenti. SIA è lo specialista europeo nella progettazione, realizzazione e gestione di infrastrutture e servizi tecnologici dedicati alle Istituzioni Finanziarie, Banche Centrali, Imprese e Pubbliche Amministrazioni, nelle aree dei pagamenti, della monetica, dei servizi di rete e dei mercati dei capitali.

Dopo i trasferimenti di denaro ‘Person to Person’ (P2P) disponibili dal 2015, lo scorso anno Jiffy è arrivato nei negozi italiani permettendo agli utenti di pagare via app in modo istantaneo e in totale sicurezza, anche presso alcune importanti catene della Grande Distribuzione Organizzata. Jiffy è utilizzabile su smartphone con sistema operativo Android e iOS. Per usufruire del servizio occorre essere titolari di un conto corrente in una banca aderente.Il pagamento in negozio avviene tramite la lettura del QR Code creato dall’esercente al momento dell’acquisto. In particolare, l’esercente inserisce l’importo di spesa e in tempo reale viene generato un QR Code, sul POS o sulla propria app, che il cliente deve semplicemente inquadrare con lo smartphone. Il cliente visualizza i dettagli del pagamento sulla propria app e autorizza la transazione attraverso impronta digitale o PIN. Sia l’esercente che il cliente ricevono in tempo reale una notifica dell’esito dell’operazione e i fondi sul conto corrente dell’esercente sono accreditati immediatamente.

Per trasferire denaro dallo smartphone, basta selezionare il destinatario dalla rubrica personale presente nell’app della banca, inserire l’importo, un eventuale messaggio e con un click il denaro viene immediatamente inviato e può essere subito utilizzato dal beneficiario. Se quest’ultimo è di una banca aderente a Jiffy, l’addebito e l’accredito dei fondi saranno immediati. Viceversa, il pagamento rimarrà in sospeso ma tramite l’app si potrà inviare un messaggio per segnalarne la presenza e le modalità per incassarlo.

Attualmente sono oltre 130 le banche che hanno aderito al servizio per pagamenti in tempo reale di SIA da quando è stato lanciato sul mercato italiano. Jiffy è a disposizione dei correntisti di Banca Mediolanum, BNL, Banca Popolare di Sondrio, Cassa Centrale Banca, Che Banca!, Cariparma, Carispezia, Friuladria, Gruppo Banca Carige, Hello bank!, Inbank, Intesa Sanpaolo, Monte dei Paschi di Siena, Raiffeisen, Sparkasse, UBI Banca, UniCredit, Volksbank Banca Popolare e Widiba, oltre alle più recenti Banca di Asti e Biver Banca. Una volta attivati tutti gli istituti di credito, il servizio sarà, quindi, fruibile da oltre 32 milioni di conti correnti italiani, pari a oltre l’80% del totale.

 

 

Leggi tutto
AttualitàPagamenti

AL NETCOMM FORUM 2018 AMAZON PAY PRESENTA LA PROPRIA MISSION

Amazon Pay è arrivata in Italia nell’aprile del 2017 e consente ai clienti di utilizzare le informazioni del proprio account Amazon per l’acquisto di beni e servizi sui siti eCommerce di esercenti indipendenti.

Tutti i titolari di account Amazon attivi devono semplicemente effettuare il login con le proprie credenziali Amazon al momento del pagamento e la transazione viene confermata in pochi clic, senza dover creare un nuovo account con la consueta sicurezza offerta da Amazon Payments, che è stata presente al Netcomm Forum con un proprio stand nell’area lounge.
Per i commercianti, offrire Amazon Pay come soluzione di pagamento significa capitalizzare la convenienza, la fiducia e la familiarità dell’esperienza d’acquisto che ha determinato il successo di Amazon. Un’esperienza che è già stata provata da decine di milioni di clienti, che hanno riposto la loro fiducia in Amazon Pay quando effettuano acquisti online in tutto il mondo.

Giulio Montemagno, General Manager Amazon Pay EU, sottolinea che “portare alla finalizzazione positiva degli acquisti online per il maggior numero di clienti rimane l’obiettivo di tutti gli eMerchant. Amazon Pay, consentendo ai clienti di effettuare i propri acquisti in pochi clic con le sole informazioni dell’account Amazon, ha semplificato l’esperienza di acquisto, consentendo alle altre aziende di raggiungere i nostri milioni di clienti globali”.

Leggi tutto
FocusPagamenti

SISTEMI DI PAGAMENTO: NEXI PRESENTA I NUOVI SMARTPOS BASATI SU TECNOLOGIA ANDROID

Nexi Smart POS

Nexi ha presentato oggi al Netcomm Forum di Milano i nuovi SmartPOS: basati su tecnologia Android, sono i terminali più evoluti sul mercato, un mix di design e tecnologia che consente agli esercenti di semplificare la gestione dell’attività commerciale.

Sono molti i vantaggi che gli SmartPOS offriranno ai merchant:
– l’accettazione, con un unico strumento, tutti i sistemi di pagamento esistenti: carte di credito e debito, prepagate, carte contactless, mobile payments, QR Code e buoni pasto;
– la possibilità di usare il POS come registratore di cassa grazie all’integrazione con una stampante fiscale e un software gestionale dedicato;
– l’accesso a moltissimi servizi tramite un app store dedicato al commercio e integrato nello SmartPOS. Il Nexi App Store permette agli esercenti di accedere a un ecosistema di app di business che aiutano a gestire in modo semplice ed efficiente le attività del punto vendita. Al momento del lancio dello SmartPos in Italia, previsto entro la fine di giugno, saranno già disponibili numerose app che consentiranno all’esercente di gestire la fatturazione elettronica, la prenotazione dei tavoli, il food delivery, le carte fedeltà e molto altro.

“Finalmente anche il POS diventa Smart: abbiamo scelto di lanciare i nuovi SmartPOS per portare, insieme alle nostre banche partner, un prodotto unico nel suo genere in Italia, innovativo, completo. È una rivoluzione nel punto vendita che consente di semplificare l’attività quotidiana dell’esercente, migliorare l’esperienza di pagamento del consumatore e che spinge la diffusione dei pagamenti digitali nel nostro Paese”, ha dichiarato Enrico Trovati, Merchant Services Director di Nexi.

Leggi tutto
MerchantPagamenti

XPAY, IL GATEWAY DI PAGAMENTO ONLINE DI NEXI, INTEGRA LA SOLUZIONE KLARNA PAGA ORA

dirk pinamonti

Nexi e Klarna annunciano di aver siglato una partnership: il gateway di pagamento per l’ecommerce di Nexi si arricchisce della modalità di pagamento di Klarna, permettendo così ai merchant online di disporre di un’ulteriore funzionalità di pagamento che si aggiunge a quelle sui principali circuiti internazionali già rese disponisbili da XPay.

L’accordo consentirà agli esercenti ecommerce di ampliare le proprie opportunità di business: con un unico gateway di pagamento, attivabile direttamente online e in sole 48ore, potranno infatti mettere a disposizione dei propri clienti tutte le principali modalità di pagamento incluso il bonifico bancario.

L’integrazione di Klarna Paga Ora in XPay, infatti, consente al cliente finale di pagare online semplicemente utilizzando le proprie credenziali di accesso all’homebanking: senza alcuna procedura di registrazione e in tutta sicurezza, attraverso lo strumento di pagamento criptato di Klarna Paga Ora, si effettua il bonifico diretto senza mai abbandonare la pagina.

L’accordo tra i due player nasce per permettere agli esercenti di sfruttare al meglio le opportunità offerte dal commerco elettronico che, secondo i dati del Politecnico di Milano, nel 2017 ha raggiunto un valore di 23,6 miliardi di euro solo in Italia con una crescita del 17% rispetto all’anno precedente.

“XPay è già scelto da 18.000 merchant in Italia, con un incremento del 20% rispetto al 2016: l’ampia diffusione del nostro gateway è resa possibile dalla semplicità di attivazione e installazione, dalla facilità di utilizzo e dall’integrazione con le principali piattaforme di e-commerce. XPay viene scelto perché è disponibile in diverse modalità e risponde alle necessità di chi desidera una soluzione chiavi in mano o di coloro che cercano un prodotto altamente personalizzabile. L’accordo con Klarna ci permette di arricchire ulteriormente XPay, rendendolo ancora più conveniente per i merchant” ha commentato Dirk Pinamonti, Head of ecommerce di Nexi.

“Klarna è una realtà consolidata e con ampio riscontro nel mondo e-commerce, siamo orgogliosi della collaborazione con Nexi che ha scelto Paga Ora come tecnologia di pagamento integrata nella piattaforma XPay” afferma Filippo Bergamin, Business Development Manager di Klarna per l’Italia. “Questa partenrship dimostra ulteriormente la qualità dei nostri servizi di pagamento e ne conferma flessibilità, sicurezza e facilità d’utilizzo. La visione condivisa è di offrire una customer experience eccezionale, rimunovendo le problematiche legate al processo di check-out, e fornire tassi di conversione maggiori e valore per i merchant. Con l’integrazione di Klarna Paga Ora siamo sicuri che le aziende potranno far leva sui vantaggi del bonifico bancario diretto beneficiando di un processo di pagamento fluido e veloce”.

Leggi tutto
Dal MondoPagamenti

ALIPAY E THE BICESTER VILLAGE SHOPPING COLLECTION ANNUNCIANO UNA PARTNERSHIP EUROPEA

Alipay, la più grande piattaforma di pagamento mobile al mondo gestita da Ant Financial Services Group, annuncia l’avvio di una partnership strategica con The Bicester Village Shopping Collection®, presente in Italia attraverso Fidenza Village con oltre 120 negozi.

Grazie all’accordo i turisti cinesi in arrivo nel Vecchio Continente potranno utilizzare l’app Alipay per effettuare acquisti in 160 boutique nei nove Villaggi presenti in Europa: entro giugno, il sistema di pagamento sarà accettato in 300 boutique.

Gli oltre 3 milioni di turisti cinesi in arrivo nel nostro paese, con una capacità di spesa superiore ai 3 miliardi di euro (dati ISTAT), potranno utilizzare la piattaforma Alipay e i servizi lifestyle collegati in ogni fase dell’esperienza di shopping, dalla partenza in Cina sino all’arrivo in negozio. Il wallet mobile diventa compagno ideale per tutta l’esperienza di viaggio e di shopping. La tecnologia di geolocalizzazione e le notifiche push consentono infatti agli utilizzatori di trovare la boutique preferita, scoprire promozioni su misura e chiedere assistenza nelle decisioni di acquisto, senza dimenticare che tutti gli utenti Alipay usufruiscono di tassi di cambio preferenziali.

“Alipay punta ad una piattaforma che consenta ai consumatori cinesi di viaggiare senza interruzioni a livello internazionale, e la partnership con The Bicester Village Shopping Collection® è un enorme passo avanti nella direzione dell’esperienza di vendita globale in tutta Europa. I visitatori cinesi potranno utilizzare la loro app Alipay in tutte le fasi della vacanza, per le prenotazioni, per lo shopping e per assaporare ogni aspetto del viaggio”, commenta Pamela Hsieh, responsabile marketing di Alipay EMEA. “Questo accordo porterà grandi vantaggi ai rivenditori presenti in ciascuno degli outlet di The Bicester Village Shopping Collection®, che potranno interagire in maniera più facile con il crescente numero di turisti cinesi in visita in Europa, garantendo loro continuità nell’esperienza di vendita e di pagamento cui sono abituati in patria”.

Alipay è disponibile per i pagamenti in negozi fisici e online in 18 paesi europei, mentre il servizio di tax-refund è supportato negli aeroporti di 23 paesi europei.

Leggi tutto