close

Pagamenti

AttualitàPagamenti

NASCE MYBANK BRIDGE, LA SOLUZIONE CHE AVVICINA ULTERIORMENTE I MERCHANT AI LORO CLIENTI

MyBank Bridge 1

MyBank, la soluzione di autorizzazione elettronica sviluppata da PRETA, presenta MyBank Bridge, la nuova soluzione che rende MyBank disponibile anche per quelle aziende che non dispongono di un sito eCommerce.

MyBank Bridge rappresenta un vero e proprio collegamento immediato tra venditore e acquirente adatto a tutti gli ambiti merceologici, oltre che al settore dei servizi caratterizzati dal fattore mobilità. In particolare, la soluzione, permette ai merchant di inviare al loro cliente una mail contenente un link che lo indirizzerà direttamente alla pagina di pagamento MyBank per finalizzare la transazione, evitando così l’abbandono del carrello o della pagina di check out.

“I processi di acquisto stanno evolvendo molto rapidamente trainati dalla multicanalità e la mobilità degli utenti. Gli strumenti che desideriamo mettere a disposizione del mercato partono da un’attenta analisi dei processi, dell’esperienza d’uso dei clienti e del differente stato di digitalizzazione delle imprese. Il nostro obiettivo infatti è quello di ridisegnare e snellire i processi di acquisto senza rinunciare alla sicurezza e all’affidabilità delle nostre soluzioni a tutela degli utilizzatori”, commenta Giorgio Ferrero, CEO di PRETA, società del gruppo EBA CLEARING che ha sviluppato la soluzione MyBank.

Il nuovo MyBank Bridge è particolarmente utile per le piccole-medie imprese che non hanno la possibilità di puntare su una piattaforma di eCommerce e quindi preferiscono realizzare il cosiddetto sito “vetrina”. Ogni merchant potrà così inviare semplicemente un link all’utente interessato all’acquisto che potrà effettuare direttamente la transazione con l’esperienza d’uso consolidata di MyBank.

Leggi tutto
FocusPagamenti

MUSEMENT ATTIVA IL SERVIZIO KLARNA PAYCODE PER VELOCIZZARE I SISTEMI DI PAGAMENTO TRAMITE BONIFICO

alessio conti intergic klarna bw

Collegare il mondo offline con quello online e fornire un servizio di pagamento immediato ai clienti è in sintesi l’obiettivo della partnership tra Klarna Paycode e Musement, il portale di ticketing per eventi, musei, tour, spettacoli, sport e tanto altro ancora, attivo in tutte le principali città italiane e in molti paesi del mondo.

Il portale aiuta i viaggiatori e i professionisti del mondo delle vacanze a rendere indimenticabili i viaggi, offrendo un’ampia scelta di esperienze. La sua offerta include ingressi a musei e attrazioni, eventi temporanei, tour guidati, esperienze esclusive e attività gratuite. Attraverso il sito di Musement, infatti, è possibile pianificare le attività prima di partire, mentre la app aiuta a esplorare la città con suggerimenti e consigli di esperti locali. Conferma immediata, supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ampiezza di gamma di tour ed esperienze, oltre al pagamento sicuro sono i plus che Musement mette a disposizione dei clienti.

E proprio in tema di pagamenti Musement ha attivato il servizio Paycode di Klarna per gestire due aspetti, uno consumer e uno B2B: le prenotazioni provenienti dall’offline e quelle dei PTA (Personal Travel Agent, i professionisti che offrono pacchetti vacanze comprensivi di volo, hotel, eventi, eccetera). Il sistema consente quindi a Musement di ricevere una conferma immediata dell’avvenuto bonifico.

Paycode di Klarna coniuga i metodi di fatturazione tradizionali con il mondo dei pagamenti online: è uno strumento compilato dal merchant in modo automatico con tutte le informazioni relative al pagamento, che permette all’acquirente (tramite il ricevimento di un Paycode via mail, QR-code o SMS) di accedere direttamente al modulo digitale del bonifico bancario, senza così dover inserire manualmente l’IBAN del beneficiario e gli altri dati relativi alla transazione.

L’importo sui moduli di bonifico è completamente regolabile, aspetto fondamentale per esempio in quei casi di restituzione parziale dei prodotti/servizi ordinati o quando un nuovo prodotto viene aggiunto a un acquisto già avvenuto, l’importo della fattura può essere cambiato in maniera immediata. Un ulteriore elemento che rende più semplice il processo di pagamento, perché il rivenditore può cambiare l’importo senza bisogno di emettere due fatture. Una procedura che favorisce sia chi compra sia chi vende: il cliente può pagare la fattura in modo veloce, comodo e sicuro e i merchant ricevono una conferma in tempo reale della transazione.

“Il Paycode di Klarna non è solo un collegamento tra il mondo online e quello offline, è uno strumento che consente di automatizzare i passaggi, evitare gli errori di battitura e snellire le procedure”, sottolinea Alessio Conti, Business Development Manager di Klarna per l’Italia (nella foto). “È una soluzione perfetta per un operatore come Musement che offre un servizio veloce. È l’ideale anche per quei settori che si basano su metodi di fatturazione tradizionali, i cui clienti desiderano poter procedere velocemente con il pagamento attraverso bonifico bancario”.

“Il Paycode di Klarna rappresenta un grande opportunità per Musement soprattutto per quanto riguarda le prenotazioni offline e quelle effettuate dai Personal Travel Agent”, commenta Fabio Zecchini, Chief Technology Officer di Musement. “Il sistema consente infatti di processare anche ordini di importo elevato non effettuabili tramite carte di credito con plafond limitato. Inoltre, la conferma istantanea di pagamento consente un’elaborazione immediata della prenotazione”.

Leggi tutto
AttualitàPagamenti

WEKIWI, IL PRIMO FORNITORE ITALIANO DI ENERGIA 100% DIGITAL, ENTRA IN SIXTH CONTINENT

wekiwi, primo fornitore italiano di energia e gas naturale 100% digital, aderisce a SixthContinent.com. la piattaforma di credit back appena lanciata in Italia, che introduce una formula innovativa per effettuare acquisti online e nei negozi tradizionali, risparmiando.

Dopo la spesa, la benzina, l’abbigliamento, i viaggi, e qualsiasi altro bene primario e secondario, da oggi su Sixth Continent è possibile acquistare anche gas e luce per la propria abitazione, usufruendo dei vantaggi assicurati agli utenti della community. Una filosofia comune lega wekiwi a Sixth Continent: dare la possibilità all’utente di controllare le proprie spese e di risparmiare con strumenti completamente digital.

L’obiettivo principale di wekiwi è quello di educare i clienti a un consumo consapevole dell’energia, utilizzando strumenti online. Una semplice e intuitiva applicazione sviluppata in house permette all’utente, al momento della stipula del contratto, di scegliere una carica mensile prepagata: se si consuma meno, l’importo non speso verrà riaccreditato. Inoltre, grazie alla fattura dinamica, si possono controllare i propri consumi in qualsiasi momento, per capire se sono maggiori o minori della carica impostata e monitorare il credito residuo di energia. La app è integrata con l’azienda e questo permette una costante relazione con gli utenti poiché wekiwi non ha intermediari tradizionali né un call center outbound_ la app è di fatto uno sportello clienti. Da oggi gli utenti di Sixth Continent possono acquistare, tramite carta di credito o attraverso i crediti accumulati, card da 100 o 50 euro di energia fornita da wekiwi, il primo fornitore di energia ad entrare a far parte dell’unica piattaforma in Italia di profit sharing che consente di fare i acquisti guadagnando crediti da spendere.

Leggi tutto
AttualitàPagamenti

SATISPAY ENTRA A FAR PARTE DELL’ECOSISTEMA PAGOPA

logo-pagopa@2x

Anche Satispay, la startup italiana dei pagamenti tramite smartphone, entra a far parte dell’ecosistema PagoPA, il sistema di pagamento elettronico per la Pubblica Amministrazione. A brevissimo, quindi, gli utenti di Satispay potranno pagare le tasse direttamente dal proprio cellulare. PagoPA, che già a luglio aveva integrato PayPal, dimostra così di credere non solo nei pagamenti più convenzionali , ma anche nei servizi di pagamento più innovativi.

Alla sua nascita PagoPA era principalmente una soluzione orientata a semplificare la vita alle Pubbliche Amministrazioni nell’integrare la fase di pagamento online, il passaggio dell’acquisto più complesso e con il maggior “tasso di abbandono” (insieme alla fase di identificazione). Oggi PagoPA si trasforma e vuole essere uno strumento utile per i cittadini, oltre che per le Pubbliche Amministrazioni.

In questa nuova fase le esigenze dei cittadini vengono messe al centro dell’attenzione della soluzione e la user experience è progettata in modo che sia ancor più facile e simile all’esperienza di un acquisto online a cui l’utente è abituato. L’integrazione di Satispay con PagoPA rientra, quindi, in un ampio disegno di integrazione di tutti i servizi di pagamento che l’utente utilizza abitualmente. Ci attendiamo, dunque, che altri servizi innovativi vengano integrati nella piattaforma di PagoPA nei prossimi mesi.

Scegliendo Satispay come Prestatore del Servizio di Pagamento tra quelli disponibili con PagoPA, l’utilizzatore dovrà inserire nella maschera online il proprio numero di cellulare, per poi confermare l’operazione direttamente sullo smartphone. La startup Satispay ha lavorato nel solco creato dal legislatore che aveva ampliato il comma 1 dell’articolo 5 del CAD aggiungendo l’obbligo per le PA di accettare, attraverso la piattaforma PagoPA, i micro-pagamenti basati sull’uso del credito telefonico.

La soluzione di Satispay, non basata sul credito telefonico, ma bensì su fondi trasferiti dal proprio conto corrente, ha infatti anticipato anche gli operatori telefonici che – in attesa di un Decreto di Regole Tecniche mai arrivato – non hanno lanciato ancora dei servizi.

Dal punto di vista della proposizione, si rileva una offerta molto competitiva rispetto alla maggior parte dei PSP aderenti al sistema: per il 2017, Satispay non applicherà commissioni sulle transazioni e per il 2018 prevede commissioni di soli 0,20 € a transazione per i pagamenti superiori a 10 €.

Il successo di PagoPA verrà determinato innanzitutto dalle Pubbliche Amministrazioni, che dovranno comprenderne realmente il valore – non solo l’obbligo – sostenendo i necessari cambiamenti organizzativi, di processo e tecnologici, nonché dai cittadini che dovranno dimostrare di apprezzarlo con un elevato utilizzo.

Leggi tutto
Pagamenti

PAYTIPPER PARTNER TECNICO DI SIXTH CONTINENT PER IL SERVIZIO PAGAMENO

Schermata 2017-11-20 alle 14 15 32

Con il servizio Pagameno, realizzato in collaborazione con PayTipper, su SixthContinent.com, sito e-commerce di shopping card digitali, l’utente può utilizzare i crediti accumulati persino per pagare (risparmiando) bollette e bollettini postali, oltre ad avvisi Mav e Rav, in tutta comodità dal proprio pc. PayTipper è un istituto di pagamento autorizzato dalla Banca d’Italia (ai sensi dell’art. 1, lett. b) del D.Lgs. 27 gennaio 2010, n. 11.) che eroga soluzioni e servizi di pagamento innovativi, sicuri e ad alto livello di personalizzazione per soddisfare le esigenze di privati, aziende, reti e istituzioni.

“Siamo una società giovane che vuole portare innovazione nel mondo dei pagamenti con un approccio rigoroso ma originale. Ci impegniamo a creare soluzioni efficienti e modulabili in base alle specifiche esigenze dei nostri partner. Siamo orgogliosi di essere stati scelti da Sixth Continent per contribuire a creare servizi innovativi, utili e convenienti per i cittadini”, ha dichiarato Angelo Grampa, ad di PayTipper.

“Sixth Continent è un grande progetto di profit sharing che condivide ogni giorno i profitti con tutti gli utenti: il 50% del margine di ogni transazione viene trasferito immediatamente all’utente che esegue l’acquisto sotto forma di crediti da utilizzare per i successivi pagamenti, mentre il 20% viene distribuito diviso in parti uguali fra tutti gli utenti SXC nel mondo. Con Sixth Continent lo shopping diventa vantaggioso e virtuoso, perché genera un ‘extra-credito’ che può essere utilizzato per pagare i soliti acquisti e – grazie al servizio Pagameno – persino pagare le rate delle utenze domestiche, dell’asilo, e persino le multe o le tasse”, ha aggiunto Francesca Roveda, amministratore delegato di Sixth Continent Europa.

Grazie a un innovativo modello di business SXC distribuisce ai suoi utenti dei crediti con i quali è possibile pagare le card per l’acquisto di prodotti e servizi di oltre 1.500 marchi di decine di categorie.

Leggi tutto
PagamentiPiattaforme

TRIBE IN OCCASIONE DELLA FIERA BIG BUYER HA PRESENTATO IL NUOVO VOLTO DELL’ECOMMERCE TRIBE-TECH.COM

Cavetto Star Wars

Il sito eCommerce di Tribe è stato sottoposto ad un restyling totale sia per grafica che per funzionalità e in occasione della fiera Big Buyer l’azienda ha presentato ufficialmente il nuovo sito a clienti e addetti ai lavori.

Facilmente navigabile sia da desktop che da mobile, la nuova versione del sito è stata progettata per migliorare l’esperienza di navigazione in modo da renderla il più gratificante possibile. Il funnel di acquisto risulta ora più fluido e veloce, e accompagna progressivamente l’utente dalla scelta degli accessori fino all’eventuale decisione di acquisto.

La grafica pone al centro i prodotti, con l’obiettivo di esaltarne le caratteristiche sia tecniche che di design. E poiché gli accessori Tribe sono sempre più indossabili vi è stato affiancato anche l’elemento umano, in modo che l’effetto indossato risulti immediatamente riconoscibile. L’azienda propone infatti collezioni che, accanto alle note chiavette USB, si sta sempre più arricchendo di accessori tech, che si contraddistinguono per la grande personalità e che contribuiscono a forgiare lo stile personale di chi li sceglie. Per questo motivo, i modelli umani che popolano l’area eCommerce del sito hanno un volto reale ma neutro: Tribe vuole così lasciare la massima espressione sia al prodotto che alla libera interpretazione di come debba essere l’aspetto di chi li indossa.

Il linguaggio scelto “parla” letteralmente all’utente accompagnandolo nella sua esperienza di navigazione, prima alla scoperta dei prodotti, attraverso la descrizione discorsiva e tecnica degli accessori e una gallery ricca di immagini, e poi all’acquisto, agevolando la comprensione dell’ampio catalogo con la divisione tra categorie di prodotti e brand in licenza.

Nella pagina “chi siamo” l’azienda racconta la propria storia, iniziata nel 2012 dalla voglia di trasformare un oggetto ordinario in qualcosa di straordinario, una storia che continua oggi con lo stesso spirito.

Leggi tutto
PagamentiPiattaforme

INSTANT PAYMENT, SIA LANCIA SUL MERCATO LA SUA NUOVA PIATTAFORMA DIGITALE

SIA

SIA, fra le principali realtà europee nella progettazione, realizzazione e gestione di infrastrutture e servizi tecnologici dedicati a istituzioni finanziarie, banche centrali, imprese e pubbliche amministrazioni, ha lanciato SIA EasyWay. Si tratta di una nuova piattaforma digitale che consente a banche e altri payment service provider (PSP) di gestire a livello europeo i pagamenti istantanei disponibili dal 21 novembre sull’infrastruttura RT1 di EBA Clearing sviluppata da SIA, nonché tutti gli altri strumenti di pagamento e incasso SEPA (Area Unica dei pagamenti in euro).

Da ieri, infatti, cittadini e imprese di 34 Paesi dell’Area Unica dei pagamenti in euro possono inviare e ricevere denaro fino a 15.000 euro per singola operazione in meno di 10 secondi attraverso un servizio attivo 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, in linea con lo schema SEPA Instant Credit Transfer (bonifico con accredito immediato e irrevocabile) dello European Payments Council (EPC).

SIA EasyWay è stata realizzata con l’obiettivo di aiutare le istituzioni finanziarie e i PSP nell’adozione e gestione degli strumenti SEPA (come i bonifici SCT e gli addebiti diretti SDD), degli instant payment e più in generale del nuovo scenario di open banking.

Tramite la rete SIAnet che garantisce collegamenti sicuri e ultraveloci grazie a una nuova tecnologia di messaggistica a bassa latenza, SIA EasyWay fornisce l’accesso a RT1 di EBA Clearing ed è predisposta per connettere anche le altre Automated Clearing House (ACH) europee e future piattaforme di instant payment. La piattaforma digitale opera come hub semplificando l’integrazione degli instant payment con i sistemi interni delle istituzioni finanziarie, riducendo i costi e i tempi di attivazione dei nuovi servizi. Ciò è reso possibile grazie ad un servizio end-to-end che copre l’intera filiera del pagamento.

Tra i servizi ad alto valore aggiunto disponibili sulla piattaforma il monitoraggio e la prevenzione delle frodi, l’identificazione delle transazioni sospette, come nel caso dei finanziamenti delle attività terroristiche, e l’innovativo ‘mirror account’ che rende i pagamenti istantanei sempre possibili anche durante i momenti di indisponibilità dei sistemi dei conti correnti.

All’inizio del 2018, l’introduzione della Payments Service Directive 2 (PSD2) – cui le istituzioni finanziarie dovranno adeguarsi – favorirà l’ingresso nel mercato dei pagamenti di nuovi player anche non bancari, denominati ‘Third Party Payment Services Provider‘ (TPP). In questo contesto, SIA EasyWay permetterà di garantire la conformità alla normativa e di cogliere le opportunità derivanti dallo sviluppo di nuovi servizi.

Leggi tutto
AttualitàPagamenti

FARE ACQUISTI SU AMAZON.IT USANDO I CONTANTI ORA È POSSIBILE GRAZIE AL SERVIZIO AMAZON RICARICA IN CASSA

Francois

Amazon ha lanciato Amazon Ricarica in Cassa, un servizio che consente ai clienti Amazon di ricaricare con facilità il saldo dei buoni regalo del proprio account acquistando in contanti, in oltre 40.000 punti vendita SisalPay convenzionati in tutta Italia, un Buono Regalo tra i €15 e i €500.

Per aggiungere un Buono Regalo al proprio account Amazon.it è necessario generare un codice a barre dal sito www.amazon.it/ricaricaincassa o tramite l’app mobile di Amazon. Il codice, che può essere utilizzato sia in versione digitale sia in versione cartacea, verrà quindi scansionato durante il pagamento presso il punto SisalPay e il relativo importo sarà immediatamente utilizzabile su Amazon.it. È sufficiente collegare un unico codice a barre di Amazon Ricarica in Cassa al proprio account, evitando quindi di generarne uno nuovo ogni volta.

“Siamo lieti di poter offrire Amazon Ricarica in Cassa ai nostri clienti in Italia come parte del nostro costante impegno per garantire un’esperienza d’acquisto sempre più comoda per i nostri clienti”, afferma Francois Nuyts, VP, ES&ITA Country Manager (nella foto). “Ogni nostra innovazione è sviluppata a beneficio dei nostri clienti e Amazon Ricarica in Cassa è destinata a tutte quelle persone che preferiscono utilizzare il contante, consentendo loro di accedere all’ampia selezione di prodotti, ai prezzi convenienti e alle spedizioni rapide garantite da Amazon”.

“Siamo entusiasti di mettere al servizio degli italiani la nostra rete di prossimità per offrire Amazon Ricarica in Cassa, condividendo con Amazon l’esperienza nell’utilizzo e nella fruizione semplificata delle modalità  di pagamento”, commenta Francesco Maldari, Responsabile Payments and Services del Gruppo Sisal. “Oggi i consumatori vogliono poter interagire con le aziende attraverso un modello multi-canale e, in questo contesto, SisalPay, con oltre 40 mila punti di vendita connessi online, tramite le più moderne tecnologie, con i propri sistemi e le sue digital property, si pone come enabler e punto di contatto privilegiato fra imprese, PA e cittadini, per la digitalizzazione dei pagamenti nel canale fisico. Ed è proprio dalla centralità del cliente, dalla volontà di semplificare la quotidianità delle persone che è nato e si è sviluppato il business dei Servizi di Pagamento del Gruppo Sisal che, in pochi anni, ha raggiunto un giro d’affari di oltre 8.7 miliardi servendo oltre 13,5 milioni di consumatori e registrando, nel 2016, 200 milioni di transazioni”.

“Abbiamo deciso di rendere Amazon Ricarica in Cassa disponibile per i clienti italiani dopo aver visto il grande successo che questo servizio ha avuto tra i clienti negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Messico”, ha aggiunto Laura McCracken, Head of EU, Amazon Incentives & Gift Cards. “L’evoluzione presentata oggi rende la ricarica del saldo dei Buoni Regalo ancora più semplice e immediata”.

Una volta che il rivenditore ha completato la transazione, l’importo caricato è immediatamente disponibile e il cliente riceve una notifica di conferma all’indirizzo e-mail o al numero di telefono registrati sul proprio account oppure attraverso l’app mobile di Amazon. Nella sezione “Il mio account” è possibile visualizzare in qualsiasi momento i movimenti del proprio Saldo Amazon.

L’utilizzo di Amazon Ricarica in Cassa è completamente gratuito.

Leggi tutto
Dal MondoPagamenti

VISA LANCIA IL VISA GLOBAL TRANSIT SOLUTION, PER MEZZI PUBBLICI PIÙ COMODI E RAPIDI

visa cashless

Visa presenta oggi, in contenporanea a Londra e San Frandisco, la propria Visa Global Transit Solutions, un programma innovativo concepito per stimolare l’uso dei pagamenti elettronici e digitali – di debito, credito o prepagati – presso i tornelli di accesso o le obliteratrici nei bus. Visa Global Transit Solutions renderà l’esperienza di viaggio nei mezzi pubblici più comoda e rapida, in particolare per i pendolari in tutto il mondo che usufruiscono di reti di trasporto di massa ad alti flussi di frequenza.

“Siamo il brand di pagamento più diffuso e accettato nel mondo, e Visa è la scelta migliore per effettuare e ricevere pagamenti, in ogni luogo e su ogni dispositivo. È dunque estremamente rilevante per noi supportare l’efficienza della mobilità e permettere che il pagamento del trasporto diventi un’esperienza più rapida, più semplice e più sicura, sia che si viaggi in auto, che si decolli con un aereo, o che si usufruisca dei mezzi pubblici per recarsi al lavoro” spiega Michael Lemberger, Head of Products di Visa in Europa. “Visa ha giocato un ruolo preponderante nel collaborare con TfL Transport for London – la rete di trasporti sotterranei e di superficie di Londra – per la penetrazione dei pagamenti contactless, che recentemente ha portato al superamento del miliardo di viaggi pagati proprio in modalità senza contatto. Abbiamo dunque voluto rendere disponibile questa nostra expertise maturata con TfL agli operatori del settore dei trasporti pubblici, o in generale ad alta frequenza di tutto il mondo, per supportarli nel passaggio dal biglietto fisico e pagamenti in contanti ai pagamenti senza contatto per autobus, metropolitane e treni”.

Visa Global Transit Solutions è un programma a supporto di operatori dei trasporti di massa e operatori del settore tecnologico per l’integrazione dell’opzione di pagamento contactless a saldo della tariffa di trasporto direttamente presso gli accessi ai treni e metropolitane e presso i dispositivi di controllo nei bus. Il programma, che ha portata globale, si basa su quattro asset principali, imperniato su Consulenza, Struttura di back office, Strumenti e Standard.
Lo sviluppo di future opzioni di commercio e di soluzioni a supporto di una esperienza end-to.end del consumatore che raggiunga elevati livelli di efficienza, saranno affidate al Visa Innovation Center di Londra; l’obiettivo è quello di analizzare tutti gli aspetti legati al trasporto dei consumatori e sviluppare nuove e migliori esperienze di viaggio in ottica di co-creation.

Un recente studio di Visa, “Cashless Cities”, evidenzia che i pagamenti digitali sono una leva significativa per la riduzione dei costi associati ai sistemi di trasporto a tariffa di proprietà e gestiti da enti locali o municipali. Dal rapporto di Visa si evince che gli operatori dei trasporti urbani spendono una media di 14,5 centesimi per ogni dollaro fisicamente ricevuto in pagamento, contro una media di soli 4,2 centesimi per ogni dollaro ricevuto in pagamento in maniera digitale.

Leggi tutto
Dal MondoPagamenti

ALIBABA GROUP: OLTRE 25 MILIARDI DI DOLLARI VEICOLATI DA ALIPAY L’11/11

Alibaba Group ha annunciato che ben 25,3 miliardi di dollari in valore di merci acquistate (pari a 168,2 miliardi di renminbi) è stato veicolato da Alipay per gli acquisti effettuati nel Single Day, l’11 Novembre scorso: una crescita del 39% rispetto al 2016.
“Più di 23 miliardi di dollari non è un semplice dato statistico”, afferma Daniel Zhang, Chief Executive Officer di Alibaba Group. “Rappresenta una chiara indicazione dell’aspirazione verso la qualità dei consumatori cinesi, e riflette il modo in cui rivenditori e consumatori insieme hanno abbracciato l’integrazione tra il retail online e quello offline”.

In totale i pagamenti tramite Alipay in mobilità hanno rappresentato il 90% (in valore) degli acquista fatti presso gli oltre 140.000 merchant e brand presenti sulla piattaforma. Nel 2016 l’incidenza delle transazioni mobili aveva raggiunto l’82% del totale. In totale Alipay ha gestito 1,48 milardi di transazioni (+41% sull’anno scorso) e ha processato 256.000 transazioni al secondo nelle fasi di punta., mentre Alibaba Cloud ha gestito 325.000 ordini al secondo e il network Cainiao 812 milioni di consegne in totale.

Leggi tutto